Tamponi, De Carlo (M5S): “Bene i controlli ma i costi non ricadano su famiglie e turisti”

"La pandemia non è finita e anche se grazie a tutte le misure adottate in questi mesi, combinate alla campagna vaccinale, i dati sono in netto miglioramento, non possiamo permetterci di abbassare la guardia e vanificare i sacrifici di tutti i cittadini". Così la deputata del MoVimento 5 Stelle FVG, Sabrina De Carlo.

"La stagione estiva è già avviata ed è fondamentale in questo momento di riaperture e riprese attuare un sistema idoneo a garantire viaggi e contatti in sicurezza, i cui costi non possono ricadere a carico delle fasce deboli della popolazione o sui turisti. - Dichiara De Carlo, che prosegue: - è chiaro che vanno formulate delle strategie idonee alle singole situazioni e ai territori, come ad esempio la possibilità di escludere i membri più giovani di un nucleo familiare da tamponi nasofaringei o esentare i cittadini transfrontalieri da ulteriori screening per recarsi oltre confine, qualora abbiano effettuato la prima dose di vaccino o siano guariti dal Covid-19. Ipotesi già al vaglio del Ministero".

"La possibilità di fare effettuare i tamponi gratuitamente in loco anche per i turisti che devono rientrare presso il proprio Paese è inoltre una grande opportunità da non sottovalutare sia per la sicurezza che per l'incentivo al turismo. Una campagna di questo tipo sarebbe dovuta partire settimane fa, ma anche se il tempo stringe e rimangono ormai circa 100 giorni alla fine della stagione estiva, i nostri operatori del turismo, ristoratori, commercianti, devono essere messi nella condizione di poter beneficiare di ogni iniziativa che possa attrarre i turisti e allo stesso tempo garantire i necessari livelli di sicurezza. Bisogna attivarsi sin da ora per creare la giusta sinergia tra enti locali e Regione al fine di individuare le risorse necessarie ad attivare un piano di questo tipo, anche attraverso l’utilizzo della tassa di soggiorno,".