Terrorismo: Volevano colpire al mercatino di Natale di Strasburgo

Quattro uomini sono stati  arrestati a Strasburgo e due a Marsiglia con l'accusa di terrorismo. Nel mirino il celebre mercato di Natale di Strasburgo, scoperti legami con la cellula terroristica del Bataclan. Ad agire i servizi segreti francesi che hanno fatto scattare le manette nel fine settimana sei presunti jihadisti. Quattro persone sono bloccate arrestate a Strasburgo e due a Marsiglia. Secondo l'emittente Europe 1, i 4 "stavano preparando un'azione imminente" con obiettivi multipli: nel mirino, la sede del commissariato di Strasburgo, ma anche il celebre mercato di Natale che inizia venerdì prossimo nella capitale alsaziana, manifestazione natalizia fra le  più famose di tutta la Francia che attira ogni anno quasi 2 milioni di persone compresi migliaia di turisti stranieri, un obiettivo perfetto nelle logiche Isis.   La stampa francese  riporta che i quattro fermati a Strasburgo e uno dei due fermati a Marsiglia si conoscevano perché erano tornati dalla Siria e avevano dei legami diretti con i terroristi del Bataclan. Venivano seguiti dai servizi segreti e dalle forze dell'ordine da alcune settimane e negli ultimi giorni si erano mostrati molto attivi e nervosi perchè aspettavano una fornitura di armi che tardava ad arrivare. Gli arresti di Strasburgo sono scattati nei quartieri di Nehof e Meinau, gli stessi in cui fu smantellata una cellula affiliata all'Isis. Il primo ministro francese, Manuel Valls, ha ribadito proprio in questi giorni che il paese rimane sotto un'alta minaccia terroristica. Lo stato di emergenza (dichiarato dalla notte di quel 13 novembre 2015) resterà in vigore almeno fino alle elezioni presidenziali in primavera 2017.

Potrebbero interessarti anche...