Tornelli rotti alla Fincantieri di Monfalcone

Per migliaia di lavoratori che orbitano nell’indotto di Fincantieri, il rientro dalle ferie estive non è stato privo di problemi. I tornelli all’ingresso, infatti, hanno impedito a molti di loro di entrare all’ingresso. Solo due su otto risultavano stamattina operativi, rendendo molto più lunghe le operazioni di accesso alle varie strutture, con il risultato che alle sette di mattina fuori dai cancelli di Panzano si è formata una ressa enorme di lavoratori.
Particolarmente colpiti da questo inconveniente le ditte che si stavano occupando dei lavori di manutenzione approfittando dell’assenza dei lavoratori.
Un malfunzionamento confermato da Fincantieri che ha fatto sapere di aver allertato già lo scorso venerdì la ditta che gestisce l’impianto. I tecnici pare siano arrivati ieri per riparare i tornelli, ma probabilmente, visto che si tratta di impianti che hanno un certo grado di tecnologia di sicurezza (controllano all’ingresso i badge dei lavoratori e li fanno entrare) la riparazione non è detto che sia stata ultimata e anche stamani ci sono stati dei disagi. Nessun problema invece per le uscite, che sono molto veloci e per la gran parte scaglionate anche per i lavoratori delle ditte dell’appalto.
Il lavoro a Panzano ha ripreso a pieno ritmo ed è cominciato il conto alla rovescia per la prossima consegna che scade la prossima primavera. Attualmente in cantiere sono in costruzione tre navi passeggeri, tutti e tre prototipi che presentano un notevole grado di complessità, sia in termini progettuali che realizzativi.
L’aggiunta di imprevisti e di disagi come quelli provocati dai tornelli, per quanto banali, contribuiscono a rendere le consegne nella data prevista una vera e propria corsa ad ostacoli.

Potrebbero interessarti anche...