Trattamento pazienti post-covid 19, Liguori (Cittadini): «rafforzare il programma di presa in carico riabilitativa domiciliare»

E' stata ancora una volta la consigliera Simona Liguori dei Cittadini a ricordare quest'oggi al Consiglio regionale – tramite interrogazione – quanto sia importante non sottovalutare i danni provocati dal Covid nelle persone che hanno contratto il virus. «Il programma di presa in carico riabilitativa domiciliare per coloro che sono stati ricoverati in ospedale a causa dell'infezione da Covid 19 e devono affrontare un percorso di guarigione con persistenti difficoltà respiratorie e motorie - ha spiegato Liguori - deve essere assolutamente rafforzato».
«Dopo la fase acuta della malattia persistono sintomi che compromettono l’esecuzione delle normali attività quotidiane e uno degli effetti più significativi dell’infezione è il deficit della funzione polmonare. Davanti alle difficoltà delle Rsa di far fronte alle richieste degli ospedali relative alla gestione dei numerosi pazienti l’unica strada è la presa in carico domiciliare. Il problema è che purtroppo molte persone ci segnalano di non avere abbastanza indicazioni su come comportarsi una volta rientrati a casa».
«Mi auguro - ha concluso la rappresentante dei civici - che la Regione si impegni maggiormente, tramite le Aziende sanitarie, a rafforzare i servizi di riabilitazione domiciliare, in modo da consentire il ritorno alla normalità di tante persone guarite dalla fase acuta dell’infezione da coronavirus»