Udine: Abitazione nella zona di Baldasseria crivellata da colpi di arma da fuoco

Alcune decine di colpi di arma da fuoco, pare una trentina, sono stati esplosi, poco dopo la mezzanotte, a Udine, nella zona di Baldasseria, in direzione di un'abitazione. In base a una prima ricostruzione degli inquirenti, che mantengono il massimo riserbo sulla vicenda, un uomo con il volto travisato sceso da un auto  avrebbe raggiunto la casa in Via Baldasseria Media all'altezza del civico 52, imbracciando l'arma automatica (si pensa un fucile mitragliatore) e facendo fuoco. Alcuni proiettili, di calibro considerevole,   hanno raggiunto il muro dell'edificio. In allarme il vicinato che ha chiamato le forze dell'ordine. Ovviamente l'ipotesi più accreditata è che si tratti di un gesto intimidatorio nei confronti di un residente del quartiere. La persona che ha esploso i colpi è poi fuggita facendo perdere le sue tracce nella notte. Nessuno è rimasto ferito. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Udine. Indagano i militari dell'Arma del Nucleo Investigativo. Da registrare una nota del Pd cittadino: "“Spero ci si renda conto della gravità di questo episodio di violenza, che svela una Udine ‘a mano armata’ su cui confidiamo si faccia luce al più presto. Il sindaco Fontanini la finisca con i proclami sui giornali o l’ordinaria manutenzione, e prenda in mano le questioni vere: la rinascita socioeconomica della città e la sicurezza. Sì, la sicurezza, perché da quando governa la destra la situazione peggiora ogni giorno. E sia chiaro che non è sulla quantità di proiettili esplosi che vogliamo fare concorrenza a Trieste. Non basta spendere quasi 700mila euro in occhi elettronici focalizzandosi unicamente su Borgo Stazione dove continuano i disagi,  dimenticandosi il resto della città. La situazione sta degenerando ovunque, ma le misure spettacolari o d’emergenza non sono la soluzione, occorre un nuovo approccio di sistema che faccia perno sul Comune”.