Udine Design Week: ecco i vincitori dell’edizione 2020 di window shopping contest

È il momento del verdetto per il Window Shopping Contest di Udine Design Week, il progetto organizzato dal Museo del Design del Friuli Venezia Giulia (MuDeFri), in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine e con il sostegno la Banca di Udine, Fondazione Friuli, IFAP, Aspiag Nordest ed Emilia Romagna, Montbel.

La giuria di esperti chiamati a dare un giudizio insindacabile sulle nove vetrine in concorso - costituita da Virginio Briatore, giornalista, critico e filosofo del design, Antonella Bertagnin, progettista di moda, Patrizia Moroso, art director dell’omonima azienda e Filippo Saponaro, architetto consigliere dell’Ordine Architetti Udine – ha conferito il primo premio a SOFT WALL, realizzato presso Spazio Querini con l’azienda La.So.Le. Est e l’architetto Federico Comuzzo, con la seguente motivazione: “A dieci metri di distanza la composizione già dice tutto. Da vicino si rivela. Semplice e assoluto. Federico Comuzzo è riuscito a valorizzare a pieno il materiale povero e a trasformarlo in qualcosa di nuovo ed esaltante. Un materiale che nasce per stare “dentro” e qui è usato per farsi vedere. La polvere di legno da inconsistente prende forma geometrica e strutturale. Il cerchio, e non altre forme, come oblò permettono di avere scorci dell’interno e soprattutto valorizzano i prodotti esposti. È un’installazione ma conserva carattere architetturale. L’idea è forte e immediata, comprensibile da tutti, non autoreferenziale ma al servizio del posto in cui è collocata”.

Il premio assegnato dalla giuria popolare, tramite la votazione nel profilo Facebook del MuDeFri, è invece andato, con 1.390 likes, a TRAME D’ACQUA, realizzato presso Tendaggisti Barison con l’azienda Marmi Vrech e l’architetto Nicola Tessaro insieme a Teresa Sambrotta.

Menzioni d’onore, inoltre, ai secondi arrivati in entrambe le categorie di premio.

La giuria di esperti l’ha conferita a: GALLERIA DENTRO LA GALLERIA, realizzato presso Caffè Moderno con l’azienda So.Vi.Pre. e l’architetto Christian Toson, con la seguente motivazione: “Il luogo e il materiale non erano facili da interpretare. Ne esce un intreccio architettonico ‘brutalista’ e al tempo stesso leggero. Il progetto indaga un elemento grezzo e povero come un tondino che diventa volume e crea una struttura nuova vicina ad una installazione industriale dove l’intreccio aperto non solo contrappone schemi frattali ispirati alla vegetazione, ma espone una rigida geometria di forme semplici che riconducono agli elementi base dell’ingegneria e architettura”.

Menzione d’onore anche a BRASS, realizzato presso Caffè Biquadro Grosmi con l’azienda SteelJobs e gli architetti Ilenia Boer e Stefano Bertacco, che, con 1108 likes, si è posizionata al secondo posto nella sua categoria.

L’organizzazione di Udine Design Week fa presente che, a causa dell’emergenza sanitaria in atto, la cerimonia di premiazione è rinviata a data da definirsi.

“Udine Design Week – commenta Anna Lombardi, coordinatrice del progetto - si è fermata domenica, ma le vetrine che abbiamo allestito sono un rimando al bello nel momento più brutto. Non possiamo uscire e non possiamo vederle ma possiamo pensare alla città ancora viva, e immaginarle”.

Si rimanda ai siti www.udinedesignweek.it e www.mudefri.it/mostre per maggiori informazioni e aggiornamenti.