Udine: La storia di Baldasseria si racconta in mostra

Uno spaccato storico lungo un quarto di secolo, dal campo profughi di via Pradamano all’urbanizzazione intensiva, sia abitativa, sia produttiva, alle soglie degli anni Settanta, passando per la nascita della parrocchia di San Pio X nell’ex borgo rurale di Baldasseria. È quanto raccolto, nei mesi scorsi, rovistando tra i ricordi delle famiglie del quartiere, grazie al lavoro del gruppo culturale della parrocchia San Pio X intitolato all’indimenticato maestro Alfredo Orzan. Ed è proprio da qui che nasce la mostra fotografica “Baldasseria 1946-1970, immagini di un quartiere a Udine sud” che aprirà i battenti venerdì 4 maggio alle 18.30 nei locali espositivi di via Pradamano 21. L'esposizione nasce con l’intento di restituire al pubblico attraverso un’ottantina di stampe in bianco e nero e a colori la memoria di quel “come eravamo” solo un paio di generazioni fa, dalla periferia immediatamente a ridosso della stazione ferroviaria all’aperta campagna, l’antica braida di Baldasso, da cui deriva il nome di Baldasseria, lungo il confine con il territorio comunale di Pradamano. Una straordinaria occasione per rivivere l’evoluzione del quartiere attraverso immagini che sono in grado di raccontare con la loro vivida eloquenza tante piccole storie nel mosaico della grande storia. Al taglio del nastro sarà presente l’architetto Giorgio Ganis, curatore della mostra e il sociologo Elio Varutti, esperto conoscitore della storia del quartiere. L'esposizione potrà essere visitata gratuitamente fino al prossimo 15 giugno il lunedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, martedì e giovedì dalle 15 alle 18, venerdì dalle 9 alle 12 con ingresso libero.

Potrebbero interessarti anche...