Udinese Primavera, missione compiuta in Tim Cup: è 2-0 al Verona

Missione compiuta. L'Udinese Primavera supera anche lo scoglio Hellas Verona e vola al terzo turno della Tim Cup, ottenendo il sesto risultato utile di questo inizio di stagione e confermando così l'ottimo momento di forma. Sono i gol di Djoulou e Melissano a stroncare le resistenze scaligere, consegnando ai friulani il pass per sfidare l'Inter in coppa.

Il match va in scena a Casarsa. Mister Luca Mattiussi sceglie un offensivo 4-3-3 per mettere in difficoltà la squadra allenata dal collega Massimo Pavanel, tecnico conosciuto in Friuli per i trascorsi, fra le altre, con il Pordenone. L'Udinese si schiera con Perisan tra i pali, mentre la linea difensiva è composta da Zanetti, Parpinel, Serafin ed Ermacora. In mediana la scelta ricade su capitan Magnino, Bovolon e Samotti, e il terzetto offensivo è composto da Armenakas, Djoulou e Melissano. Il Verona risponde con un classico 4-4-2.

Primo tempo equilibrato, con le due formazioni attente in fase difensiva e poche occasioni per gli attaccanti di mettersi in luce. I friulani gridano al gol dopo 28 minuti, ma la rete di Djoulou viene annullata per fuorigioco. Le emozioni latitano a Casarsa, complici le squadre molto ben messe in campo e che concedono poco alle offensive avversarie. Naturale, così, che il primo tempo si conclude con un nulla di fatto e a reti bianche.

L'Udinese comincia la ripresa con il piglio giusto e dopo appena due giri di lancette potrebbe sbloccare il risultato: lo scatenato Djoulou imbecca Melissano a pochi passi dal portiere ospite Vencato, ma il centravanti bianconero manca la deviazione vincente verso la rete. Mattiussi mischia le carte inserendo Brunetti al posto di Samotti e la gara, intanto, prosegue sul filo dell'equilibrio, con i veronesi che di tanto in tanto provano timidamente ad affacciarsi dalle parti di Perisan senza però mai impensierire l'estremo difensore. Al quarto d'ora, ecco la seconda sostituzione in casa friulana: lascia il campo un Armenakas non troppo ispirato, al suo posto dentro Paoluzzi. Pochi minuti e arriva il gol che sblocca il match: Melissano inventa un filtrante con il contagiri per Djoulou, il franco-ivoriano mette il turbo e infila in velocità la difesa veneta, spedendo poi la palla in rete con un rasoterra preciso che non lascia scampo a Vencato. È il 22' del secondo tempo.

L'Udinese sfiora poco dopo il raddoppio con Paoluzzi, che però non sfrutta l'occasione da posizione favorevole, ma a 10' dalla fine arriva la rete che mette definitivamente in ghiaccio la partita. Brunetti batte una punizione da destra, stacco imperioso di Melissano che con un'efficace incornata non lascia scampo al portiere ospite. I bianconeri controllano senza patemi nel finale e festeggiano l'approdo al terzo turno di Coppa. Sotto con l'Inter, ora, nel prossimo turno di Tim Cup. Ma la truppa di Mattiussi non ha davvero paura di nessuno.