Ultimora: Austria, regioni più colpite chiedono lockdown generale

Il lockdown per i non vaccinati non basta. In Austria, i land più colpiti dall'impennata dei contagi da coronavirus vorrebbero imporre il confinamento per tutta la popolazione, in un tentativo di arginare la quarta ondata Covid. Lo hanno anticipato i premier dei laender di Salisburgo e Alta Austria. Il lockdown per i non vaccinati è entrato in vigore lunedì 15 e dovrebbe durare 10 giorni, In particolare il governatore di Salisburgo Wilfried Haslauer (ÖVP) ha confermato il duro lockdown per la sua regione. Si applicherà all'intera popolazione e a tutte le aree, quindi non solo ai non vaccinati. “Oggi abbiamo un altro enorme sviluppo numerico, riporta il quotidiano Kronen Zeitung. Non vediamo alcuna alternativa a un blocco a partire dalla prossima settimana ", ha affermato Haslauer. Se questo inizia lunedì o martedì deve ancora essere chiarito in stretto coordinamento con l'Alta Austria. La durata della misura sarà comunque calcolata con gli esperti. Nel corso del pomeriggio il governatore di Salisburgo intende fornire ulteriori dettagli in conferenza stampa.  Nuove misure potrebbero essere decise domani, in una nuova riunione tra il governo federale e i governi regionali. In Austria nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 15.145 contagi, con l'incidenza settimanale schizzata a 989 casi ogni 100mila abitanti.