Vaccino: Shaurli (Pd), persone rimandate mesi per terza dose

“Non vorrei disturbare chi comanda la sanità regionale, come sempre la colpa di tutto sarà sicuramente del Governo, forse dei terrapiattisti o al limite di qualche operatore della sanità disubbidente. Ma in ottica collaborativa mi permetto di dire che sono ormai decine e decine le segnalazioni di persone che tentano di prenotare la terza dose di vaccino e che sono rimandate a metà febbraio se non oltre, spesso abbondantemente oltre la loro scadenza dei 6 mesi”. Il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli interviene segnalando le criticità che stanno emergendo nella gestione della somministrazione della cosiddetta “terza dose” del vaccino anti-Covid in regione.
“Invece di tante parole, di comparsate in tv – continua il segretario dem - a mostrarsi duro e puro pro-vax, Fedriga potrebbe fare o almeno dire di fare al subcomandante Riccardi, ciò che è nelle sue competenze e che qui in Friuli Venezia Giulia si può fare subito: accelerare sulle terze dosi, dare risposte più veloci e vicine nel territorio ai tanti cittadini che vogliono vaccinarsi. Passare dalle parole ai fatti, come recitano gli slogan della Lega, sarebbe il modo più credibile – conclude Shaurli - per dimostrare un vero cambio di atteggiamento”.