Via la bandiera dell’Europa dall’Ufficio, l’assessore regionale Scoccimarro imita la Meloni. Reazioni di sdegno

Ancora una volta assistiamo ad un comportamento assolutamente deprecabile e poco rispettoso nei confronti delle istituzioni da parte di un membro della Giunta Fedriga, che mi sento di condannare fermamente, ha parlare è il consigliere regionale di Open Fvg Furio Honsell: “Riprendendo l’esempio del deputato Rampelli e della segretaria di FDI Giorgia Meloni, il gesto plateale dell’Assessore regionale Scoccimarro che in un video su Facebook ha eliminato la bandiera europea dal proprio ufficio non può che non essere stigmatizzato dai membri del Consiglio regionale.”
“Purtroppo, in queste ultime settimane, la tentazione da parte di alcuni governi degli Stati dell’Unione europea è rivolta soprattutto al proprio interesse nazionale, orientandolo in ottica economica ed elettorale, rispetto ai valori dell’Europa, quali la solidarietà e la condivisione di politiche di vario tipo che permetterebbero di affrontare in modo efficace e coordinato le sfide che ci aspettano nelle future settimane e nei prossimi mesi. Sono lotte importanti che vanno dalla ripresa economica alle politiche di contrasto all’attuale emergenza sanitaria, dalla sfida dell’innovazione a quella del contrasto al cambiamento climatico.”
“Molti politici o rappresentanti istituzionali di questi tempi parlano o divulgano comunicazioni o messaggi che fomentano e promuovono l’odio nei confronti dell’Europa, dei suoi stati e dei suoi cittadini: un facile esempio è il messaggio circolato negli ultimi giorni su whatsapp che parlava di attuare un boicottaggio di prodotti di alcuni Stati europei, nel contesto di una guerra economica. Molti dichiarano nei propri post sui social che “ogni Stato deve pensare ciascuno per sé, deve fare per sé” ma ciò è sbagliato e deve essere fatta una riflessione più seria ed approfondita.”
“La Giunta Fedriga potrebbe cogliere l'occasione per capire come ci sia sempre più bisogno di collaborazione tra i popoli. Questi giorni sono la prova che l'egoismo sovranista non serve a nessuno. Ritengo sia venuta l’ora di richiamare tutti i rappresentanti ad uno stile di linguaggio rispettoso dei valori e dei principi che negli anni l’Europa ci ha insegnato e che vanno trasformati in politiche concrete e non solo citati in qualche convegno.”
Concludendo per Furio Honsell, consigliere regionale di Open Sinistra FVG “La risposta è l’Europa”.

Di gesto grave parlano anche i rappresentanti di "Cittadini": “Il gesto di togliere, fisicamente, la bandiera dell'Unione europea dal suo ufficio istituzionale di Assessore regionale all'ambiente e all'energia compiuto da Fabio Scoccimarro è grave, viola la legge e va condannato senza equivoci. Il Presidente Fedriga intervenga e ristabilisca la legalità”. Si rivolge direttamente al massimo rappresentante della Regione Fvg il consigliere regionale dei Cittadini Tiziano Centis, rimasto turbato dal gesto dell’ex segretario regionale di Fratelli d'Italia. “In questa circostanza - ha spiegato Centis - Scoccimarro ha preferito “obbedire” agli ordini di partito, politicamente legittimi e sempre discutibili, ma fuori luogo per chi dovrebbe onorare e rappresentare le istituzioni. La bandiera dell'Unione europea deve essere esposta per legge in tutti i luoghi istituzionali del Paese, assessorato regionale all’ambiente incluso. Mi auguro che Fedriga, così ligio e impegnato nel far rispettare le sue ordinanze, intervenga anche in questo caso”.