Videoconferenza in Regione su Coronavirus: Le richieste a Fedriga dal consigliere di Open Fvg Furio Honsell 

Presente nella videoconferenza con la giunta regionale anche il consigliere di Open Fvg Furio Honsell  Capogruppo del gruppo Misto, si legge in una nota, dopo aver ringraziato il Presidente e attraverso di lui tutti coloro che nella nostra regione si adoperano in prima persona per il contenimento dell'epidemia Covid-19 ha fatto presente i seguenti punti, molti dei quali gli sono stati portati all'attenzione dai cittadini:
1) Bisogna chiarire che al fine del contenimento dell'epidemia l'obiettivo è il distanziamento sociale interpersonale. Stiamo purtroppo assistendo, anche in zone montane e isolate, quasi alla criminalizzazione di chi esce di casa anche per motivi giustificati. L'attività fisica va comunque fatta per mantenere uno stato di salute e piena efficienza del sistema immunitario. Andrebbe istituito un servizio di controllo affinché non ci siano delle situazioni di prossimità all'aperto. Il divieto a fare attività fisica all'aperto in situazioni di sicurezza andrebbe tolto nella nostra regione.
2) Vi è la necessità di dare sempre informazioni chiare e univoche ai sindaci e ai cittadini. Le informazioni andrebbero date in modo uniforme e gestite anche in modo uniforme per ridurre il disagio psicologico che deriva dall'asimmetria dei comportamenti delle varie istituzioni.
3) Non vanno trascurate quelle situazioni difficili di quarantena severa per le quali non c'è garanzia di una solida rete sociale che possa assicurare il supporto.
4) Bisogna adoperarsi in tutti i modi possibili per assicurare la disponibilità di presidi personali sanitari da distribuire ovviamente ad operatori sanitari a qualsiasi livello ma anche ad operatori di altri settori come i lavoratori dei negozi e dei supermarket alimentari.
5) Vanno sollevate le imposte statali e regionali per la produzione straordinaria di presidi sanitari a favore della Protezione Civile da parte di ditte locali che si stanno riconvertendo, anche per risparmiare alla stessa protezione civile l’onere di pagamento dell’Iva.