Vinile, 30enne inaugura “Spazio 432hz” a Mestre

L’idea è di Marco Mazzolin, 30enne veneziano vicepresidente dell’associazione VENYL, che negli ultimi anni si è imposta nel panorama nazionale con l'organizzazione di eventi per la promozione dell'immortale disco in vinile. Ora, nonostante il difficile momento attraversato dall'economia a causa del Coronavirus, Marco ha deciso di mettersi in gioco e aprire il suo negozio.

Spazio 432hz sarà un luogo di condivisione oltre che un negozio di dischi. «Sarà un luogo in cui anche se non vuoi/puoi/devi comprare nulla sei il benvenuto per due chiacchiere, per un consiglio, per un “come va?” anche se per il momento potranno entrare soltanto due clienti alla volta» spiega Mazzolin -. Sarà uno spazio dove trovare tutti i generi musicali. La musica ci piace tutta e non si giudica, per questo la nostra offerta non avrà limiti stilistici». Grande importanza sarà data al vinile usato e da collezione con Lp, 12”mix, 45 giri a farla da padrone, ma ci sarà uno spazio anche per il nuovo. «Spazio 432hz sarà anche un contenitore di idee e progetti aperto a collaborazioni, workshop, presentazioni, dj-set, piccoli live. Lo vogliamo vivo, attivo, vivace. Questo senza dimenticare la sua essenza di negozio» aggiunge il titolare.

«In un mondo liquido ci impegneremo a diffondere musica allo stato solido – aggiunge Marco -. Veniamo da mesi bui per tutti, gli eventi musicali sono fermi ovunque, qualche negozio di dischi ha già abbassato definitivamente le serrande. Noi vogliamo (ri)partire dalla musica, proponendo alla comunità un luogo dove condividere la passione per la musica più che un negozio di dischi basato sulla logica entra-compra-vai. C’è bisogno di positività, di voglia di stare insieme. Senza paura di fallire o di essere giudicati in ogni campo e in ogni contesto. Serve coraggio adesso. Lamentarsi non è una soluzione. So che aprire un negozio di dischi oggi è una scelta che a molti può suonare pazza, in effetti lo è. Ma una frase che mi ha sempre colpito è “Immagina come sarebbe stato se al posto di mollare avessimo lottato”. Nel mio piccolo la lotta la faccio così, aprendo un negozio di dischi». Mazzolin è forte dell'esperienza maturata con l'associazione Venyl, che dal 2015 con le sue fiere unisce spazi dedicati al commercio di settore ad ampie proposte culturali. Una realtà partita dal basso ma che ha saputo diventare un punto di riferimento per gli appassionati del Nordest e non solo, richiamando oggi ai suoi eventi che travalicano i confini veneziani migliaia diggers da tutta Italia e dall'estero.