XII Torneo Studentesco di Pallacanestro Maschile“Città di Udine”. Terza giornata elite A

Il girone Elite A è il primo a chiudere la fase di qualificazione con il suo terzo e ultimo turno eliminatorio di “Scuole a canestro per ricordare”, dodicesimo torneo studentesco di pallacanestro maschile per scuole secondarie superiori di Udine, già “Memorial professor Ezio Cernich” fino al 2017, organizzato dall'ufficio Educazione motoria fisica e sportiva (Emfs) di Udine coordinato dal professor Claudio Bardini in collaborazione con Apu Ieri e Libertas Fvg dei presidenti, rispettivamente, Roberto Paviotti e Bernardino Ceccarelli, oltre che con la Federazione italiana pallacanestro (Fip) udinese presieduta da Bardini.

Il Copernico, liceo scientifico dove il torneo cominciò nel 2007 ideato dal professor Maurizio Ivancich e sostenuto da Apu Ieri, ha vinto da imbattuto il girone Elite A e, quindi, è la prima squadra finalista per la promozione in Eccellenza, da dove l'istituto di via Planis è retrocesso nel 2016 dopo lo sdoppiamento della competizione in due categorie dall'edizioone del 2013. In finale, che sarà giocata sabato 18 maggio al Benedetti di via Marangoni in anteprima a quella per il trofeo 2019 in palio nella massima divisione di “Scuole a canestro per ricordare”, il Copernico ora attende la vincente del girone Elite B che sarà decisa mercoledì 17 aprile dalla sfida Marinoni - Bearzi conclusiva della fase di qualificazione del torneo studentesco.

Nella palestra dello Stellini, ieri nell'ultimo turno del girone Elite A il Copernico ha vinto 73-62 (18-14, 31-24, 51-39) il decisivo faccia a faccia con il Percoto, che poteva in teoria qualificarsi per la finale vincendo però di almeno 5 punti questa sfida diretta. Sul parquet, però, la squadra della professoressa Giovanna Croattini, che ha avuto per assistente allenatore il quinto anno Giulio Borghese, ha di fatto sempre guidato la gara. Partito con il quintetto Minisini, Falillone, Mittino, Brini e Spangaro, il liceo scientifico di via Planis è stato sotto solo nelle battute iniziali fino al 4-5 e una volta preso il comando non l'ha più mollato ai rivali, che hanno avuto in starting five Burino, Dreosso, Zigiotti, Baldan e Serafini. Il Percoto della professoressa Annalisa Tabiadon, che vista l'importanza della posta in palio ha avuto per assistente l'ex allievo Giovanni Bon, ha onorato il ruolo di outsider che si era regalato ottenendo il primo successo in tre anni di partecipazioni al torneo, anche se solo per un punto (62-61) sullo Stellini così come aveva perso per mezzo canestro (64-65) all'esordio stagionale contro il Volta. Forte delle due vittorie sullo Stellini per 75-53 e sul Volta per 63-55, il Copernico ha fatto il tris contro il Percoto poggiando soprattutto sul lungo Spangaro, autore di 24 punti, e sulla regia di Minisini (16). Sono stati ben assecondati da Picco (13), decisivo nella ripresa specie con la tripla (tre in tutto per lui) che ha rilanciato il Copernico sul 60-52, e Fallilone (11). Mentre i “copernicani” hanno chiuso in quattro in doppia cifra nei punti a fine gara, il Copernico è rimasto aggrappato in particolare a Serafini mattatore con 33 punti su 62 di squadra, più della metà quindi. Ben 17 dei suoi punti li ha segnati nel solo ultimo quarto in cui ha trascinato i suoi compagni a tentare la rimonta, raddoppiando il suo fatturato dei primi tre periodi. Nel suo bottino ci sono state la bellezza di sette riple, almeno una per quarto e tre di queste nell'ultimo. In doppia cifra nel Percoto anche Baldan con 12 punti, la metà dei quali segnati su tiri liberi.

Platonica l'ultima gara del girone Elite A, vinta dal Volta per 74-46 (17-13, 31-19, 52-29) sui padroni di casa dello Stellini. Gli ospiti del professor Tommaso Mazzilis, partiti a inizio gara con Strizzolo, Martincig, Sovran, Paolini e Tommaso Gallizia, si sono confermati seconda forza del raggruppamento dopo la finale promozione persa l'anno scorso contro il Deganutti. I liceali del professor Luigino Sepulcri, che ha schierato il quintetto base Maggio, Toffoli, Andrea Angeli, Solini e Pecoraro, nel loro percorso di crescita hanno subìto un'altra sconfitta per più di venti punti di scarto contro le prime due squadre del girone dopo avere, però, sfiorato il successo contro il Percoto. Scontano il fatto di avere una squadra formata da ragazzi in età da primo biennio scolastico, con un solo ultimo anno e due quarto. Nel Volta ha fatto la parte del leone Tommaso Gallizia con 27 punti (tre triple) e hanno chiuso in doppia cifra anche Strizzolo (14) e Paolini (11); nello Stellini 19 punti per Andrea Angeli e 15 per Costantini, con tre canestri personali dai 6,25 per quest'ultimo.

TABELLINI ULTIMO TURNO ELITE A

PERCOTO 62

COPERNICO 73

(14-18, 24-31, 39-51)

PERCOTO Rossi 2, Dreosso, Burino 4, Zigiotti 7, Mansutti, Lin, Spagnuolo 2, Serafini 33, Nicolicchia, Baldan 12, Romanutti 2. Allenatore professoressa Tabiadon, assistente Bon.

COPERNICO Stazi, Brini 1, Minisini 16, Russo, Falillone 11, Picco 13, Spangaro 24, Carnielli, Mittino 7, Carraro 1. Allenatore professoressa Croattini, assistente Borghese.

ARBITRI Giuseppe Cotugno e Vuattolo.

NOTE Tiri liberi: Percoto 6/12, Copernico 12/21. Nessun uscito per cinque falli personali.

VOLTA 74

STELLINI 46

(17-13, 31-19, 52-29)

VOLTA Strizzolo 14, Martincig 5, Sovran 2, Ingegnoli 6, Peirano 2, Paolini 11, Gallizia 27, Cuizza 7. Allenatore professor Tommaso Mazzilis.

STELLINI Toffoli 7, Zanfagnini, Verona, Angeli 19, Medeossi 1, Pecoraro 4, Parri, Costantini 15, Solini, Maggio, Cescutti. Allenatore professor Sepulcri.

ARBITRI Pais e Campanaro.

NOTE Tiri liberi: Volta 8/14, Stellini 8/12. Nessun uscito per cinque falli personali, antisportivo a Sovran.

CLASSIFICA FINALE ELITE A

Dopo tre giornate: 1) Copernico 6 punti; 2) Volta 4; 3) Percoto 2; 4) Stellini 0. Copernico in finale promozione 2019; Volta, Percoto e Stellini restano in categoria nel prossimo anno scolastico.

GLI ALTRI ULTIMI TURNI

Lunedì 15 aprile, nella palestra del Malignani, si chiuderà il girone di Eccellenza. Alle 9, ininfluente testacoda Deganutti - Zanon con il primo già in finale per il trofeo 2019 e il secondo già retrocesso in Elite per la prossima edizione del torneo 2020. Alle 11, faccia a faccia Malignani - Marinelli da dentro (chi vince) o fuori (chi perde) dalla finale contro il Deganutti. Resterà fuori o la squada campione 2018, il Marinelli, o comunque una finalista uscente, come il Malignani, tra l'altro plurifinalista. Classifica in Eccellenza dopo due turni: Deganutti 4 punti; Marinelli e Malignani 2; Zanon 0.

Mercoledì 17 aprile, chiusura anche nel girone Elite B. Nella palestra del Marinoni, ospiti dell'omonimo istituto, alle 9 Stringher - Ceconi nulla o quasi ha più da dire. Alle 11, Marinoni - Bearzi deciderà l'accesso in finale promozione contro il Copernico con i padroni di casa, però, costretti a vincere almeno di 13 punti per volgere a loro favore la differenza canestri nell'arrivo alla pari in testa alla classifica con 4 punti anche con lo Stringher, che è l'ipotesi finale più probabile se il Bearzi non farà il tris. Lo Stringher è escluso dalla finale dalla differenza canestri di -18 per via del -22 contro il Bearzi (55-77) e del +4 sul Marinoni (66-62). Il Bearzi, dunque, prima della sfida finale parte da +22 e il Marinoni da -4, una vittoria di quest'ultimo di almeno 13 punti mercoledì 17 aprile porterebbe entrambe a +9 se lo scarto conclusivo fosse proprio di 13 con il Marinoni in quel caso qualificato per la finale per avere vinto lo scontro diretto con il Bearzi. E' possibile, ma meno probabile anche un arrivo solo a due in testa al girone se nell'ultimo turno il Ceconi dovesse battere lo Stringher e in questo caso il Marinoni si guadagnerebbe la finale anche superando il Bearzi di un solo punto. Classifica dopo due turni: Bearzi 4 punti; Stringher e Marinoni 2; Ceconi 0.

FORMULA DEL TORNEO

L'Eccellenza qualificherà le prime due classificate a fine girone per la finale per il trofeo in palio nel 2019 e per succedere al Marinelli pentacampione, che è in programma sabato 18 maggio, alle 11, al Benedetti di via Marangoni a Udine. L'ultima piazzata nel gruppo retrocederà in Elite nel torneo del prossimo anno scolastico. Le vincenti dei due gironi Elite, A e B, alle 9 si sfideranno in anteprima alla finalissima per salire di categoria, a cui accederà chi si aggiudicherà quest'ultima partita. I gironi di qualificazione si disputano con formula all'italiana su tre partite di sola andata.

Credit photo Manuel Beinat