Yoga online: cosa sapere prima di iniziare

Un po’ per scetticismo, un po’ per mancanza di abitudine, sono tante le persone che si dimostrano un po’ restie quando si parla di iniziare a fare yoga online. In alcuni casi, si fa fatica a credere che il risultato ottenuto possa essere lo stesso; in altri, si teme di non riuscire a mantenere alta la motivazione o di non impegnarsi tanto quanto in presenza. Ma è davvero così? Cosa bisogna sapere prima di iniziare una classe di yoga in rete?

Yoga on demand: per chi è indicato 

Uno dei primi passi da fare prima di iniziare un percorso di lezioni di yoga online è cercare di capire se possa essere più utile acquistare un corso on demand o un corso in live streaming. Ovviamente, non esiste una risposta valida per tutti, ma una risposta adatta alle esigenze specifiche di ognuno. Un corso di yoga on demand, ad esempio, è un corso basato su una serie di videolezioni registrate a cui si può accedere in qualunque momento: il vantaggio più evidente, quindi, è quello di non avere un calendario da seguire, ma di poter fare lezione quando più si preferisce. Un percorso di questo tipo, però, è più indicato per chi pratica yoga già da qualche anno; se si è alle prime esperienze, invece, è consigliabile farsi seguire da un insegnante per apprendere al meglio le basi di questa disciplina. Oltre al livello di esperienza, è importante considerare anche la propria motivazione e perseveranza. Se si ha la tendenza a procrastinare o ci si sente poco motivati già in partenza, meglio optare per un corso in live streaming: avendo un calendario da seguire, con giorni e orari già stabiliti, si sarà meno tentati a saltare le lezioni in programma. Per riassumere, quindi, meglio iniziare un percorso di yoga on demand se si hanno già le basi di questa disciplina e una buona dose di motivazione.

Yoga in live streaming: ottimo anche per i principianti

 Lo yoga in live streaming, al contrario di quello on demand, è molto valido e utile anche per i principianti. La tecnologia del live streaming, infatti, permette di seguire le lezioni in diretta, instaurando così un rapporto più intimo con l’insegnante. Pur non avvenendo in presenza, quindi, è chiaro che questo tipo di lezioni non si differenzi molto da quelle che è possibile seguire in sala ed è proprio per questo, infatti, che si dimostrano particolarmente utili per i principianti. Sempre per lo stesso motivo, è oggi molto semplice trovare corsi o attività di vario tipo in live streaming: oltre allo yoga e alle palestre, che mettono spesso a disposizione lezioni di personal training in diretta, questa tecnologia è impiegata anche da piattaforme di gioco e intrattenimento. I pro che ne derivano sono gli stessi: come nel caso dell'intrattenimento online del casinò live di Betway, si ha la possibilità di interagire con persone in carne e ossa pur restando a casa, vivendo così un’esperienza molto simile a quella che si vivrebbe in presenza. Lo yoga in live streaming, quindi, è da preferire se si è alle prime armi o se si preferisce un tipo di percorso più strutturato, ed è invece sconsigliato a chi desidera una maggiore flessibilità di tempi e orari o preferisce organizzarsi da sé.

Consigli sempre validi

A prescindere dal percorso che si sceglie di intraprendere, ci sono alcuni consigli sempre validi da tenere a mente prima di cominciare un corso di yoga in rete. Come ricordato anche in un articolo di Donna Moderna, lo yoga dovrebbe essere un’attività gratificante e rilassante, in grado di portare non solo benefici fisici, ma anche e soprattutto mentali. Tra questi, ad esempio, la riduzione dello stress, l’aumento dell’autostima e della fiducia in sé stessi, la riduzione del rischio di ansia e depressione, l’innalzamento dei livelli di serotonina. Perché la pratica possa apportare davvero dei benefici, però, è necessario che anche l’ambiente in cui si pratica questa disciplina sia favorevole e ospitale: se si sceglie di seguire un corso da casa, quindi, è bene assicurarsi di avere a disposizione uno spazio adeguato in cui poter praticare indisturbati. Se in casa si rischia di essere chiamati o interrotti, meglio optare per un corso in presenza, in modo da prendersi un’ora di pausa dal lavoro e dalle faccende quotidiane. In più, è importante evitare il confronto: ci sarà sempre qualcuno più in forma, più flessibile o più veloce nel processo d’apprendimento, ma ciò non deve rappresentare un ostacolo al proprio percorso. Solo evitando il confronto con gli altri si potrà godere pienamente dell’esperienza. Iniziare un corso di yoga in rete non ha nessuna controindicazione: l’importante, come per tutte le discipline, è scegliere ciò che fa più al caso proprio e non lasciarsi trascinare dalle emozioni negative e dall’ansia di prestazione.