Dirigenti scolastici in Fvg: Chiesto l’intervento della Regione per coprire definitivamente le sedi oggi in reggenza

«Il prossimo anno scolastico si assegni al Friuli Venezia Giulia un numero adeguato di dirigenti scolastici al fine di coprire le sedi attualmente in reggenza». È questa la richiesta di impegno presentata alla Giunta regionale dal capogruppo dei Cittadini, Tiziano Centis, attraverso un’interrogazione che punta a fare chiarezza su una questione molto dibattuta e sentita come quella dei dirigenti scolastici in servizio nella nostra regione. «Per l’anno scolastico 2021/2022 - si legge nel documento a firma di Centis - in Friuli sono stati autorizzati dal ministero dell’Istruzione 12 posti per le nomine dei dirigenti scolastici vincitori del concorso nazionale bandito con Decreto Direttoriale n. 1259 del 23 novembre 2017. Lo scorso 27 agosto 2021 sono stati individuati i destinatari dei 19 incarichi di reggenza con decorrenza dal 1° settembre 2021 (nella zona del Pordenonese gli istituti comprensivi Margherita Hack di San Vito al Tagliamento, Pordenone Sud e Porcia e dal 28 dicembre 2021 anche l’istituto comprensivo Bagellardo di Fiume Veneto) e nel caso specifico dell’istituto comprensivo di San Vito al Tagliamento da tempo prestano servizio dirigenti titolari per brevi periodi o, appunto, dirigenti reggenti. Il dirigente reggente - ha aggiunto Centis - rappresenta una soluzione-tampone per l’intero anno scolastico, ma non garantisce continuità organizzativa e gestionale necessaria nel medio-lungo periodo. Nella graduatoria del concorso nazionale succitato rimangono in totale altri 501 nominativi che nei prossimi anni ricopriranno quasi certamente l’incarico di dirigente scolastico (l’ultimo aspirante ad essere assegnato al ruolo a partire dall’1 settembre 2021 è stato il candidato vincitore n. 2920). In considerazione di tutto ciò ho chiesto alla Regione di intervenire».