Ecologia del diritto per un ordinamento giuridico coerente con i principi ecologici

Martedì prosimo 5 marzo 2019, alle ore 11, nell’Aula Magna dell’edificio M, via Giorgieri 10, a Trieste, il prof. Ugo Mattei e il prof. Livio Poldini, introdotti e moderati dal prof. Maurizio Fermeglia, Rettore dell’Università di Trieste, discuteranno sul tema "Ecologia del diritto". La conferenza è organizzata dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste e dal WWF Italia. Cinquant’anni fa si iniziò a parlare di diritto dell’ecologia. Ugo Mattei, giurista noto al grande pubblico soprattutto per i suoi studi sui beni comuni, nel 2015 pubblica, insieme al fisico Fritjof Capra, The Ecology of Law. Un libro che vince l’Indipendent Book Publishers Association – Benjamin Franklin Award for Politics/Current Events, tradotto e pubblicato in Italia nel 2017. Il libro non passa inosservato perché non va a far parte dell’ormai numerosa serie di codici, manuali e trattati di diritto ambientale. Rivoluziona il rapporto tra diritto ed ecologia. Non sono gli istituti del diritto che si prendono cura di un nuovo interesse, la tutela dell’ambiente. E’ invece la prospettiva ecologica a venir vista quale strumento di liberazione del diritto, intrappolato nel vecchio paradigma meccanicistico.

Il libro viene notato e letto anche dal professor Livio Poldini, già docente di ecologia vegetale dell’Ateneo giuliano, che rimane affascinato dalle tesi proposte dal noto giurista e che in parte sviluppano sue riflessioni sul rapporto tra natura e diritto. Il libro viene adottato nel corso di diritto ambientale e nasce così l’idea di un confronto pubblico, a Trieste, tra i due docenti.

A provocare la discussione su un tema così affascinante e complesso è stato chiamato il rettore dell’Ateneo triestino, Maurizio Fermeglia.