la storia di Molino Moras si racconta in tutto il suo carattere estetico con Stratum Corneum

Venerdì 20 maggio alle 17.00, il punto vendita di Molino Moras Buteghe dal Mulin in via Palma 40 a Trivignano Udinese diventa il luogo di incontro tra arte contemporanea e impresa, dove scoprire la suggestiva Stratum Corneum: opera del duo artistico italo-iraniano Alice Mestriner (Treviso, 1994) e Ahad Moslemi (Teheran, 1983). L’opera è stata realizzata nell’ambito del progetto Peripheral Memories dell’associazione di promozione artistica e culturale IoDeposito, dedicato al rapporto tra arte e industria made in FVG. Attraverso i mezzi dell’arte contemporanea, il progetto propone una rilettura della storia produttiva della regione, facendo emergere lo stretto legame tra industrie, territorio e comunità. L’installazione, realizzata durante un periodo di residenza in azienda e creata a partire dalle sue materie prime, incarna il legame inscindibile tra la storia di Molino Moras e quella del paesaggio che la circonda. Stratum Corneum è costituita da una pelle di acqua e farina nella quale sono racchiusi dei frammenti raccolti dagli artisti sul territorio, che assumono il ruolo di testimoni delle identità del passato e del presente, proprio come le archeologie industriali disseminate in regione. La serata, che si terrà venerdì 20 maggio alle 17.00 alla Buteghe dal Mulin di Trivignano Udinese in via Palma 40, prevede un’introduzione al progetto da parte dell’azienda e di IoDeposito. Inoltre interverranno gli artisti, che condivideranno il processo che ha portato alla genesi dell’opera e spiegheranno il suo profondo significato. Chiuderà la serata un momento conviviale con tutti i partecipanti.

---

IoDeposito
L’associazione IoDeposito è stata fondata nel 2009 in Friuli Venezia Giulia, con lo scopo di svolgere attività di promozione delle opportunità giovanili attraverso i media dell’arte e della cultura, sostenendo i giovani del nord est, il loro benessere culturale e le loro competenze specifiche, con una particolare propensione verso i settori delle arti visive e della formazione ai mestieri del management culturale, dell’arte e della curatela.
In poco più di dieci anni di attività l’associazione ha coinvolto più di 350.000 persone nelle sue progettazioni: mostre, progetti culturali ed artistici, percorsi di ricerca e di formazione, laboratori e workshops.
L’associazione lavora localmente, ma in chiave internazionale, riversando sul territorio l’esperienza e la collaborazione di realtà istituzionali, giovanili, artistiche e scientifiche che operano in 41 paesi del mondo (sono invece 200, provenienti da più di 55 paesi, gli artisti che contribuiscono alle nostre attività).
Il lavoro di IoDeposito ha dato vita a processi sperimentali di ricerca, che riguardano i linguaggi artistici e curatoriali, la storia, l’italianistica e le nuove tecnologie applicate all’arte e alla cultura, e nella creazione di percorsi di didattica laboratoriale basata sull’arte.

Alice Mestriner e Ahad Moslemi
Alice Mestriner (1994, Treviso, Italia) e Ahad Moslemi (1983, Teheran, Iran) sono un duo di artisti contemporanei la cui poetica si incentrano sull’alterità e complementarità culturale. Lavorano insieme dal 2016 e investigano trasversalmente i campi dell’installazione, della performance e dell’arte concettuale.