Simona Liguori (Cittadini): «il grido d’allarme degli anestesisti rianimatori del Fvg conferma le nostre preoccupazioni»

Sul comunicato stampa dell’Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri del Friuli Venezia Giulia, interviene la Consigliera regionale dei Cittadini Simona Liguori, commentando l’ampio documento consegnato alla stampa. «Sono parole molto dure - ha detto Liguori - ma che rivelano il grande impegno e la dedizione dei lavoratori dell’area dell’emergenza urgenza i quali giustamente chiedono di ridare luce e qualità al proprio sistema. Il loro giudizio circa una situazione nella quale affermano che “nulla è stato fatto” ed “il sistema di emergenza urgenza si presenta arretrato, carente, inadeguato, incompiuto ed inefficiente sotto molti aspetti”, non può rimanere inascoltato ma dev’essere da stimolo per agire immediatamente e risolvere i numerosi problemi da loro segnalati. Tutto ciò conferma una situazione che in tante occasioni abbiamo portato all’attenzione del consiglio e dell’assessore competente». Per la Consigliera regionale dei Cittadini, vicepresidente della Commissione sanità, è proprio la terza commissione a dover agire nel più breve tempo possibile per ascoltare nel dettaglio le problematiche segnalate da chi ha presentato il documento. «Chiederemo – conclude Liguori – che i rappresentanti di Anestesisti Rianimatori AAROI EMAC e di ANAAO ASSOMED ANPO,CGIL, FASSID che hanno presentato il documento siano ascoltati nella competente commissione affinché possano avere un’interlocuzione diretta con la giunta e con il Consiglio regionale e per far sì che ci si senta tutti investiti dalla responsabilità di trovare soluzioni ai tanti problemi posti»