Teatro Pasolini Cervignano: FLK+Lino Straulino&Fale Curte, la cultura friulana protagonista dell’ultimo appuntamento musicale

La marilenghe e la cultura friulana saranno le protagoniste dell’ultimo appuntamento della stagione musicale 2021-2022 del Teatro Pasolini di Cervignano del Friuli, a cura di Euritmica. In scena, sabato 30 aprile alle 20.45, “Un’atre storie di contâ”, progetto congiunto degli FLK e Lino Straulino con i Fale Curte, insieme per raccontare nuove ed antiche storie musicali tra carnico e friulano della Bassa. (biglietti online su Vivaticket e alla biglietteria del Teatro tel: 0431370273 – info www.euritmica.it.  Trattandosi di un recupero, gli abbonati e i possessori di biglietti già acquistati possono accedere con i titoli in loro possesso. Flk, Lino Straulino e i Fale Curte hanno ancora una storia da narrare. Gente di pianura e gente di montagna che, dagli anni novanta in poi, ha scritto pagine di musica friulana che sono nel cuore di tanti. E sono ancora qui, a imbracciare chitarre e tamburi per una nuova avventura. I Fale Curte, formazione guidata dal cantautore, chitarrista e polistrumentista carnico Lino Straulino, considerato uno dei più importanti rappresentanti di quella che viene definita “nuova musica friulana”, hanno una storia singolare. «Fanno un po' come il fiume Tagliamento – racconta Straulino su YouTube - che ad un certo punto scompare e poi riappare vicino al mare. Noi abbiamo fatto una cosa abbastanza simile nel senso che nei primi anni Novanta eravamo molto attivi e poi c'è stato un lasso di tempo abbastanza importante in cui ci siamo un po' sommersi per riemergere in questa fase in cui ci troviamo ora». I Fale Curte sono: Lino Straulino, voce, chitarra; Lorenzo Bianchi Quota, basso elettrico, voce; Franco Stocco, batteria; Alessandra Cella, violino; Bruno Cimenti, chitarra elettrica, chitarra acustica  Gli FLK (Cristina Mauro, voce; Loris Luise, percussioni, voce; Stefano Montello, chitarra acustica, voce; Flavio Zanier, basso, pianoforte, contrabbasso, voce; Alessandro Montello, fisarmonica, pianoforte, voce) attraversano da oltre trent’anni la scena musicale e teatrale con un approccio artistico multidisciplinare.