Udine: interrogazione del consigliere Federico Pirone sulla “dismissione” da parte del Comune del sito AgendaUdine

Il consigliere comunale Federico Pirone ha presentato una  interrogazione sull'annunciata  dismissione da parte del Comune di Udine del sito Agenda Udine. Scrive Pirone nella sua interrogazione: "Il sottoscritto consigliere comunale, premesso che nel dicembre 2017 il comune di Udine, tra i primi in Italia e primo in regione, in linea con le indicazioni nazionali ed europee per i siti web della Pubblica Amministrazione, ha inaugurato www.agenda.udine.it, sito internet interamente Open Data, sposando la piattaforma OpenAgenda proposta dall'Anci Fvg in “riuso” agli Enti locali della regione, ovvero a disposizione di tutte quelle amministrazioni o enti pubblici che vogliono promuovere attività ed eventi del territorio; in un'ottica collaborativa pubblico-privato, questa piattaforma “open” ha posto le associazioni in prima fila nella vita del territorio cittadino, raccogliendo tutti gli eventi della città, dal centro ai singoli quartieri, consentendo agli stessi cittadini di diventare co-autori di un'agenda per la promozione del territorio; www.agenda.udine.it raccoglie tutti gli eventi culturali, sportivi e ricreativi delle associazioni che si registrano sul sito web e che sono considerati rilevanti per il territorio o per un quartiere della città: le manifestazioni e gli eventi pubblicizzati sono quelli organizzati dal Comune di Udine o in collaborazione con il Comune di Udine, o con il contributo o il patrocinio del Comune; Agenda Udine è fornita in riuso gratuito agli enti regionali interessati, fatti salvi solo i costi dell'installazione e personalizzazione e che nel 2017 sono ammontati ad appena 2 mila e 200 euro; le direttrici del sito sono accessibilità, usabilità, opendata, interoperabilità: il comune di Udine, grazie ad Anci Fvg, è stato il primo Comune della Regione a rendere disponibile per il territorio una piattaforma tecnologicamente avanzata, in grado di fornire una forma innovativa di sostegno al territorio e al suo respiro culturale; Dal sito Agenda Udine risultano oggi iscritte 146 associazioni del territorio che hanno, tra l’altro, scontato una pesante crisi legata situazione pandemica; Considerato che il sito https://www.agenda.udine.it/ è da diversi mesi non aggiornato dall’Amministrazione comunale e che la stessa ha recentemente comunicato alle associazioni culturali e sportive che dal 30 aprile 2022 sarà dismesso, privando l’associazionismo di una forma di sostegno e la cittadinanza di un servizio; il riferimento sul sito istituzionale del Comune di Udine ad una sezione dedicata alle associazioni non appare in grado di sostituire la forma di sostegno e il servizio dato dal sito https://www.agenda.udine.it/; proprio nel momento di riapertura degli eventi si toglie alle associazioni l’opportunità di promuovere le proprie iniziative;

 INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA

Per conoscere i motivi che hanno portato l’Amministrazione a dismettere questo importante strumento gratuito a sostegno dell’associazionismo locale e a servizio della cittadinanza, senza offrire una valida e moderna alternativa.