Al Convitto “Paolo Diacono” di Cividale ripartono i progetti internazionali con studenti belgi

La vocazione internazionale del Convitto nazionale ‘Paolo Diacono’ di Cividale si riconferma con la partecipazione a “European Integration. From Crisis to catharsis”, un nuovo progetto promosso e organizzato dal Comune di San Pietro al Natisone e finalizzato alla realizzazione di un gemellaggio tra gli studenti italiani e quelli di Sambreville in Belgio (comune gemellato con S. Pietro) per promuovere fra i giovani la diffusione di conoscenze sull’Unione Europea e la consapevolezza dei propri diritti di cittadini europei. Sono coinvolti 33 studenti delle classi Quarte e Quinte di tutti i Licei del ‘Paolo Diacono’, seguiti dalla referente prof.ssa Agnese Amorosi. Dopo una prima fase di preparazione a distanza, in cui esperti dell'Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia hanno tenuto 5 webinar informativi sui cinque assi prioritari per il futuro dell’UE così come sono delineati nel White Paper of Europe 2017 (Economy, Security and Borders, Trust in Institutions, Environment, Education), in questi giorni sono in atto alcuni workshops interattivi durante i quali gruppi misti di studenti italiani e belgi discutono le tematiche proposte durante i webinar e sono coinvolti in attività di simulazione del processo decisionale del Consiglio d'Europa (sedi dei lavori: Sala Polifunzionale, Sala Consiliare e Sala conferenze dello SMO a S. Pietro al Natisone). All’evento di chiusura si terrà la simulazione “EU model” con il coinvolgimento degli studenti e dei rappresentanti delle autorità locali italiane e belghe. Per il Convitto è previsto l’intervento del Rettore/D.S. prof.ssa Alberta Pettoello.