Consorzio Bonifica Pianura Friulana, roggia Cividina: lavori a Remanzacco, Povoletto e Buttrio

Si è conclusa la prima fase dei lavori di manutenzione ordinaria della roggia Cividina nei comuni di Povoletto e Remanzacco. Grazie a due finanziamenti erogati dalla Regione Fvg (Direzione centrale risorse agroalimentari, forestali e ittiche e Direzione centrale ambiente ed energia), il Consorzio di Bonifica Pianura Friulana ha eseguito interventi lungo il corso d’acqua nel tratto compreso tra la derivazione dal torrente Torre a Zompitta e il manufatto di attraversamento del torrente Malina.

I lavori sono consistiti principalmente nella manutenzione arborea (rimozione di essenze arboree cadute all’interno delle sponde e di rovi che ostruivano parte dell’alveo), nella ricalibratura della sezione (interventi in punti soggetti ad erosione, ripristini degli arginelli di contenimento, rimozione del materiale di deposito), e nella manutenzione di numerosi manufatti e difese spondali. E’ stata inoltre attuata la pulizia del manufatto di Casali Merlo in corrispondenza dell’intersezione con il rio Maggiore in comune di Povoletto. I lavori proseguiranno anche nella prossima stagione invernale con ulteriori interventi solo nella tratta a valle di Casali Merlo; in tal modo si garantirà il mantenimento della portata fino a questo manufatto, evitando pertanto l’asciutta della roggia nel tratto iniziale.

Un altro intervento di particolare importanza ha riguardato a Buttrio la pulizia del manufatto e della condotta di attraversamento con cui la roggia sottopassa il Malina, facendo defluire le proprie acque nella roggia; gli interventi di espurgo e manutenzione arborea sono stati attuati per una tratta anche a valle dell’attraversamento. Sono sati eseguiti, inoltre, lavori di ripristino della sezione idraulica della roggia, dallo sbocco del sifone sul Torrente Malina al primo ponticello lungo la strada di Orsaria.

“La manutenzione dei corsi d’acqua – sottolinea la presidente del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana, Rosanna Clocchiatti – va attuata possibilmente con una cadenza ravvicinata, al fine di ridurne i costi, la durata dei lavori e gli eventuali impatti sull’ambiente. La Regione ha dimostrato grande sensibilità in tal senso stanziando importanti risorse ed auspichiamo che ciò possa proseguire anche nei prossimi bilanci. Un altro obiettivo è riuscire a portare l’acqua anche agli abitati di Buttrio e Manzinello, e a tal fine ci siamo già attivati ipotizzando i costi degli interventi e sottoponendoli alla Regione per il relativo finanziamento. Le rogge hanno alto valore ambientale e paesaggistico e per tale motivo vanno preservate e, dove possibile, ulteriormente valorizzate. Siamo a disposizione – conclude la presidente – per collaborare con la Regione e le amministrazioni comunali per proseguire fattivamente nel percorso già intrapreso”.

Potrebbero interessarti anche...