“Fridays For Future Carnia” organizza un “Mailbombing” sulla Centrale a metano di Somplago

"La Società che controlla l’Oleodotto transalpino (SIOT) progetta di costruire una centrale a metano per alimentare la stazione di pompaggio di Somplago, nei pressi del Lago dei Tre Comuni. E la gente non ci sta". Così si legge nell'appello di “Fridays For Future Carnia” che prosegue: "Dopo l’intervento del “Comitato di tutela delle acque del Bacino montano del Tagliamento”, anche “Fridays For Future Carnia” prende parte all’azione per fermare quest’opera molto controversa. Martedì, infatti, è partita la campagna di “Mailbombing” (ad ora sono quasi 8500 le mail inviate ndr)  organizzata dal gruppo di giovani della Carnia, con il supporto degli altri gruppi regionali (Udine, Gorizia e Trieste) e di quello nazionale. Partecipano all’iniziativa anche “Extinction Rebellion” Friuli-V. G., la rete di giovani amministratrici e amministratori della Carnia “Cumò” e, naturalmente, il “Comitato di Tutela delle acque del Bacino montano del Tagliamento”. «Non possiamo accettare l’imposizione dall’alto di quest’opera dannosissima per il territorio, inutile e completamente anacronistica – dichiara il gruppo “Fridays For Future Carnia” –. Un’opera che non porta alcun giovamento al territorio e promuove soltanto l’uso dei combustibili fossili, mossa rischiosa, considerata l’attuale situazione internazionale e soprattutto assurda ed improponibile, trovandoci noi tutti nel bel mezzo di una Crisi Climatica». L’obiettivo del “Mailbombing” è inviare più messaggi di posta elettronica possibili, per dimostrare quanto la tematica sia sentita e la popolazione contraria, e chiedere agli interessati di esporsi pubblicamente contro la realizzazione dell’opera. Arrivando, se necessario, ad intasare le caselle di posta dei “bersagli”, tra cui figurano anche il Presidente e la Giunta regionale, “Arpa Fvg”, i Ministri per i Beni e le Attività Culturali, dello Sviluppo Economico e della Transizione Ecologica, oltre che molti deputati/e e senatori/trici friulani/e; e, infine, la Comunità di Montagna della Carnia. Le istituzioni hanno tempo per esprimersi sul contestato progetto fino al 12 Aprile, mentre sul territorio si preparano manifestazioni e assemblee cittadine per discutere sull’opera. Il “link” per partecipare attivamente all’azione organizzata da “Fff Carnia” è:https://actionnetwork.org/letters/fermiamo-la-centrale-a-gas-di-somplago?source=direct_link&