“I benefici del Buddhismo nella nostra vita” ,Conferenza con il Lama Jigme Rinpoch al Centro Balducci

Lama Jigme Rinpoche, un importante maestro tibetano in visita a Udine e nel nord Italia. L’Associazione Dhagpo FVG di Piano di Arta Terme (UD) nasce nel 2010 dall’incontro di un gruppo di persone della Carnia e Monfalcone interessate ad approfondire la via buddhista. Da più di dieci anni invita eruditi tibetani, lama e insegnanti europei per insegnamenti spirituali nei fine settimana e ritiri di meditazione, aprendo il centro settimanalmente e mensilmente a persone che si avvicinano al buddhismo da ogni parte d’Italia e dall’estero. Dal 2021 l’Associazione è entrata a far parte dell’Unione Buddhista Italiana. Oggi l’Associazione è lieta di annunciare un grande evento con Lama Jigme Rinpoche (Rinpoche è l’appellativo che viene attribuito ai grandi maestri realizzati e significa “prezioso”) che si terrà nella serata di mercoledì 7 settembre alle ore 20 e 30 presso la sala conferenze del Centro di Accoglienza e di Promozione Culturale "Ernesto Balducci", a Zugliano (UD), centro famosissimo per essere luogo di dialogo interreligioso, fondato da Don Pierluigi Di Piazza, recentemente scomparso. Lama Jigme Rinpoche terrà una conferenza aperta a tutti dal titolo “I benefici del buddhismo nella nostra vita” e si rivolgerà a tutte quelle persone che vogliono concretamente comprendere come eliminare la sofferenza dalla propria vita, motivazione che spinse Siddhartha Gautama, l’ultimo Buddha Storico, a cercare e poi trovare il metodo che da allora porta il suo nome, metodo che lo liberò definitivamente dalla sofferenza circa 2500 anni fa. Prima dell’evento udinese, Lama Jigme Rinpoche visiterà il centro Karma Tegsum Cio Ling di Brescia e dopo il centro Bodhipath di Bordo (VB). Lama Jigme Rinpoche è nato nel Tibet orientale nel 1949. Nel 1955, in seguito all'invasione cinese, si trasferì dapprima a Tsurphu, il monastero tibetano dei Karmapa (titolo che designa il capo spirituale della scuola Karma Kagyu), e quindi, nel 1959, insieme al 16° Karmapa e a molti altri alti Lama e tulku (reincarnazioni) di tutte le età, a Rumtek nel Sikkim. Qui Sua Santità il 16° Karmapa fondò un monastero per la preservazione degli insegnamenti. Insieme ai tulku più importanti, Lama Jigme Rinpoche ricevette tutte le trasmissioni degli insegnamenti del Buddha direttamente dal Karmapa stesso. Il lignaggio dei Karmapa fu profetizzato dal Buddha, il quale affermò che circa 1600 anni dopo il suo decesso sarebbe nata un'emanazione del Boddhisattva della Compassione, Avalokiteshvara. Karmapa significa letteralmente "uomo del karma" ovvero "uomo dell'azione", e la sua attività consiste nel preservare e diffondere l'essenza degli insegnamenti di tutti i Buddha. Il Buddha predisse che il Karmapa avrebbe diffuso tali insegnamenti nel corso di molte reincarnazioni successive. Da allora si sono succedute 17 reincarnazioni. Il 17° Karmapa, Trinley Thaye Dorje, attuale capo spirituale della scuola Karma Kagyu, vive a New Delhi, India. Nel 1974, durante la sua prima visita in Occidente, il 16° Karmapa designò Dhagpo Kagyu Ling, nella provincia francese della Dordogna, come sede centrale delle sue attività in Europa, affidandone la guida a Lama Jigme Rinpoche come suo rappresentante, chiedendo inoltre ad altri due Lama tibetani rifugiati in India, Lama Gendün Rinpoche e Pawo Rinpoche di recarsi sul posto per aiutare Jigme RInpoche nella realizzazione di questo compito. Nel 1975, all'inizio delle sue attività in Occidente, S. S. il 16° Karmapa nominò Lama Jigme Rinpoche suo rappresentante spirituale in Europa con queste parole: "nella persona di Lama Jigme Rinpoche, vi lascio il mio cuore", ed è con questo spirito che Lama Jigme Rinpoche continua ancora oggi la propria attività, viaggiando intensamente, visitando e insegnando nei centri di Dharma europei, americani ed asiatici, costituendo una fonte di ispirazione per tutti coloro che entrano in contatto con lui.