Il Comune di Pordenone si fa promotore di una alleanza territoriale per lo sviluppo e la promozione turistica sotto l’egida di Promoturismofvg

Si rivolge a tutte le amministrazioni della Destra Tagliamento interessate a potenziare lo sviluppo turistico dei propri territori, aderendo ai nuovi progetti promossi da PromoturismoFvg , l’incontro che si svolgerà nella sala consiliare del Comune di Pordenone, martedì 24 settembre alle 18. A esporre le nuove frontiere della promozione turistica ai sindaci e agli assessori al turismo saranno gli operatori di PromoturismoFvg e il suo direttore marketing Bruno Bertero.
“Si tratta – spiega Guglielmina Cucci, assessora al turismo e alla attività produttive del Comune di Pordenone – di un evento che sancisce una alleanza territoriale per lo sviluppo e la promozione turistica, sotto l’egida di Promoturismofvg. Non solo le tematiche che verranno affrontate rispecchiano la nostra idea di turismo slow, legato ai valori profondi del territorio, ma si tratta di una opportunità unica nell’ottica dell’ ottimizzazione delle risorse. Strategie e promozione devo essere portate avanti con una azione congiunta, coordinata e sinergica. Solo unendo le forze si ottengono risultati importanti. E’ quello che stiamo perseguendo, sia a livello provinciale, sia a livello regionale, cercando di costruire un’alleanza territoriale di sostanza, molto concreta, reale e realistica”.
Le strategie che verranno illustrate e condivise sono state elaborate partendo dall’evoluzione del comparto economico produttivo: essa mostra chiaramente come il settore turistico e quello agroalimentare a esso legato per motivi di filiera, ma anche emozionali e paesaggistici, siano ambiti che presentano buoni margini di sviluppo, con importanti ricadute economiche e di qualità di vita per i territori, che decidono di investire in questa direzione. Considerate sia la grande concorrenza in cui ci si imbatte in questi settori, sia le peculiarità uniche dell’area geografico-culturale friulana, si rende dunque opportuno e necessario un lavoro di squadra attorno a un progetto turistico promozionale di larga scala. Da qui l’utilità dell’incontro con le amministrazioni, al quale seguirà quello con gli operatori turistici e del comparto agroalimentare.
L’incontro, accanto alla sua valenza formativa e di condivisone, darà anche modo di avviare un costruttivo scambio di opinioni, testimonianze e progetti sui temi del turismo in generale ed enogastronomico in particolare, inseriti in una nuova ottica di marketing territoriale.

Potrebbero interessarti anche...