Il degrado dei servizi igienici all’ospedale di San Vito al Tagliamento finisce in Consiglio regionale

Il degrado in cui versano alcuni servizi igienici del reparto di Ostetricia dell'ospedale di San Vito al Tagliamento è stato denunciato pubblicamente da alcuni utenti. La notizia, immancabilmente finita sulla stampa locale e sui social, è destinata ad approdare nell’aula del Consiglio regionale perché il capogruppo dei Cittadini, Tiziano Centis, ha deciso di interrogare la Giunta su quanto accaduto nella struttura sanitaria sanvitese. «È incredibile - ha spiegato Centis - che si possa costringere persone ricoverate a dover usare servizi "igienici" ridotti nelle condizioni che si vedono in foto e video. Come minimo bisognerebbe chiedere loro scusa! L’indignazione e lo stupore che oggi proviamo tutti noi utenti devono costringere l’Azienda sanitaria e l’Assessorato regionale a fare subito chiarezza, a verificare se anche in altre aree dell’ospedale, oltre a quella denunciata, ci sono situazioni simili. All’Assessore Riccardi chiederò spiegazioni e solleciterò un sopralluogo dettagliato per mettere a punto, e se necessario anche finanziare appositamente, una riqualificazione degli spazi degradati. Il punto nascita di San Vito al Tagliamento non merita di essere trascurato, si tratta di un’eccellenza dal punto di vista dell’offerta e del personale, lo deve essere anche negli spazi. In passato ci siamo battuti in molti per non perdere questo servizio sul territorio, mantenerlo in funzione tra ruggini, muffe e perdite d’acqua non è ammissibile».