LISONZ-SOČA-LUSINÇ: musica e poesia ispirate all’Isonzo in concerto a Pordenone per la stagione della San Marco

Il vento di frontiera e della cultura senza confini di Go!2025, Nova Gorica/Gorizia Capitale Europea della Cultura 2025 spira anche a Pordenone, grazie a una coproduzione che vede insieme l’Associazione Orchestra e Coro San Marco e il gruppo Le Pics Ensemble, un collettivo friulano di musiciste tutto al femminile. Domenica 10 luglio alle 19 al Parco di San Valentino a Pordenone saranno loro le protagoniste del concerto “Lisonz-Soča-Lusinç”, un evento tra parole e note che allarga l’orizzonte sull’area transfrontaliera lungo l’Isonzo, una linea “fluida” dove si mescolano lingue, tradizioni, osmosi culturali. Lo spettacolo è costruito sulle musiche originali della giovane compositrice slovena Ingrid Mačus, che ha compiuto gli studi pianistici presso l’Accademia musicale di Lubiana, laureandosi anche in Musicologia all’Università della stessa capitale slovena e proseguendo quindi la sua formazione in composizione nelle aule del Conservatorio Tomadini di Udine. Poliedrico il suo approccio alla musica, nelle varie collaborazioni con registi e performer, mentre insieme ai poeti esplora lo spazio tra suono e parole. Ad affiancarla sul palcoscenico verde del Parco sarà infatti il poeta goriziano Ivan Crico, artista a tutto tondo, formatosi prima di tutto nella pittura con laurea all’Accademia di Belle Arti di Venezia ed oggi docente al Liceo artistico di Gorizia e all’Accademia di Udine. Nel contempo, dal 1992 ha iniziato a collaborare con gli amici poeti Amedeo Giacomini, Gian Mario Villalta, Mario Benedetti e Pierluigi Cappello. Nel 2019 è uscita l'antologia dell'opera edita (1989-2018) L'antro siel del mondo, LietoColle-Fondazione Pordenonelegge, con introduzione di Giorgio Agamben, mentre merita una menzione particolare il suo interesse per l’opera di Pier Paolo Pasolini, del quale ha curato, per Quodlibet, la traduzione poetica de I Turcs tal Friùl. I versi di Crico si esprimono in lingua e nell’arcaico idioma veneto bisiàc di Pieris, San Canzian d’Isonzo, intrecciando espressioni e sensibilità multiformi, tipiche di questa feconda terra di frontiera. Sua sarà la voce narrante che condurrà il pubblico alla scoperta di questo “mondo liquido”, insieme alle musiciste di Le Pics Ensemble, doppio quintetto di archi e fiati al femminile fondato nel 2020 (e per questa occasione completato anche da un percussionista), che spazia dai repertori classici a quelli contemporanei, e dal Friuli a palcoscenici senza confini.
Al termine del concerto, sarà offerta una degustazione di vini della Cantina Orlando e Didonè di Prepotto.
La produzione, presentata in debutto a Pordenone, sarà successivamente replicata anche in Slovenia nell’area di Nova Gorica, nel quadro delle iniziative di promozione del progetto Go!2025.

Il concerto è ad ingresso libero, con informazioni ai recapiti della San Marco:
concertiocsm@gmail.com
sms/whatsapp al n. 333 3015009