Migranti: Serracchiani interroga Salvini su rapporti con Croazia e Cpr in Fvg. “Rendere noti arrivi da Slovenia e situazione organico Polizia di Stato”

Filo spinato tra Slovenia e Croazia

La deputata del Pd Debora Serracchiani ha indirizzato un'interrogazione al ministro dell'Interno Matteo Salvini per sapere “se siano in corso rapporti diplomatici con le Autorità croate al fine di approfondire le modalità di contenimento umanitario dei flussi provenienti dal sud dei Balcani”, ossia con lo Stato membro cui è affidata la prima frontiera esterna dell'Ue, e “quali siano le ipotesi al vaglio di Regione e Governo per la dislocazione dei diversi Cpr annunciati di prossima attivazione in Friuli Venezia Giulia”.

Alla luce delle notizie divulgate dai media, in merito a dichiarazioni della Polizia slovena e al fatto che sul Cruscotto statistico giornaliero pubblicato sul sito web del Ministero dell'Interno vengono aggiornati quotidianamente soli gli sbarchi ma non sono riportati gli arrivi via terra, Serracchiani chiede “quanti siano gli arrivi provenienti dal confine sloveno dal 1 gennaio 2019 al 20 maggio 2019, con quale variazione rispetto al 2018, e se sia stimato il numero dei transiti che sfuggono a ogni controllo”.

La parlamentare scrive a Salvini anche affinché sia reso noto “quante unità di personale della Polizia di Stato siano effettivamente presenti in Friuli Venezia Giulia e in particolare in provincia di Trieste e quale l'eventuale differenza rispetto all'organico previsto, al netto di trasferimenti e distacchi”.