Regione Fvg: Botta e risposta fra Pd e M5s su opposizione pentastellata”tiepida” a Fedriga. Poi concordano, Regione immobile, c’era poco su cui da battagliare

Prime ripercussioni sulla nuova maggioranza di Governo che tranne sorprese dell'ultima ora vedrà pentastellati e Pd al governo del paese. Così in nome della nuova allenaza il seretario dei Dem Cristiano Shaurli chiede al MoVimento di attuare  "vera" opposizione in Fvg, facendo evidentemente intendere che fino ad oggi, per effetto dell'alleanza romana con la Lega di Salvini, l'opposizione a Fedriga da parte dei pentastellati fosse stata tenera. Scrive in una nota Shaurli che evidentemente ha inteso togliersi qualche sassolino dalle scarpe:  "Intanto bisogna riuscire a formare un Governo che segni un netto cambio politico rispetto al passato, e ciò potrebbe generare anche una svolta nell'atteggiamento dei 5Stelle nei territori. In Friuli Venezia Giulia ad esempio possono cominciare a fare un'opposizione vera e incisiva in Regione. Perché finora in un anno e mezzo abbiamo visto una gran cautela nelle critiche dei 5Stelle alla Lega. Poi, ovviamente, ogni territorio ha una sua storia, attese, scadenze e progetti specifici". La dichiarazione del segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, giunge da Roma dove si trova per la Direzione nazionale del partito.
"Siamo con il segretario Zingaretti in queste ore decisive in cui - ha aggiunto Shaurli - il partito è stato messo alla prova dimostrando maturità e saldezza di nervi e valori".

Pochi minuti arriva la risposta piccata  dopo della capogruppo M5S in Consiglio regionale, Ilaria Dal Zovo, che chiosa: "Nostra opposizione non condizionata da scenari nazionali"

"Carissimo Shaurli, si legge nella nota,  il Movimento 5 stelle Friuli Venezia Giulia ha sempre fatto opposizione alla Lega in Regione. Lo dimostrano i provvedimenti ai quali abbiamo votato no e i numerosi interventi e interrogazioni depositati".  "Non abbiamo mai avuto un atteggiamento morbido nei confronti di nessuno, anche perché c'è da dire che i provvedimenti portati avanti da questo esecutivo o dalla maggioranza sono pochissimi - aggiunge Dal Zovo -. Come dimostrano i numeri, i ritmi di lavoro di questa legislatura sono ben diversi dalla precedente e, pertanto, anche le occasioni di confronto o dibattito politico sono ridotte".

"Non si preoccupi - si rivolge la capogruppo a Shaurli -, come abbiamo fatto opposizione all'allora Giunta Serracchiani, così la facciamo, e la faremo, alla Giunta Fedriga, come sempre in maniera responsabile e costruttiva. Mai ci siamo fatti influenzare dal contratto di Governo sottoscritto con la Lega a livello nazionale, così come non ci condizioneranno i futuri scenari".

Ma ovviamente il botta e risposta non si è concluso e  Shaurli torna a parlare con altra nota dicendosi d'accordo con il M5S sul  nulla di fatto da Fedriga: "Accogliamo le parole della consigliera Dal Zovo con un benvenuto. Che in passato ci fosse un atteggiamento comprensivo o meglio, testualmente, un 'tener bordone alla Giunta Fedriga' lo dicono le dichiarazioni pubbliche di un collega della consigliera Dal Zovo. Dunque, bene se le cose cambieranno". Per Shaurli "un punto su cui invece già da ora concordiamo è il nulla prodotto dalla Giunta Fedriga e di fatto, dopo oltre un anno e mezzo, un lavoro quasi inesistente del Consiglio e della maggioranza. Secondo noi bisogna anche prendere atto che i tempi sono radicalmente mutati e che - conclude - a fronte della destra estrema che la Lega ormai rappresenta, non è indifferente dichiararsi equidistanti".

Il riferimento all'espressione 'tenergli bordone' , riferita alla giunta Fedriga nasce  da una dichiarazione del consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Mauro Capozzella rilasciata al “Il Piccolo” e sulla quale con evidente imbarazzo era intervenuto nei giorni scorsi lo stesso Capozzella:  “Nella dichiarazione rilasciata al quotidiano 'Il Piccolo' di Trieste, di cui mi assumo piena e consapevole responsabilità, si leggeva nella nota,  la semplificazione estrema ed inesatta riguardante l'atteggiamento mio e del Gruppo consiliare nei confronti della Giunta Fedriga, in particolare l'espressione 'tenergli bordone', mi obbliga ad una immediata precisazione se non smentita”. “Nelle questioni di mia competenza ho pazientemente atteso le interlocuzioni in essere tra assessori regionali e Governo nazionale – afferma l'esponente M5S -. Si tratta di temi importanti e cogenti: la regionalizzazione della scuola, un contenitore o slogan che a tutt’oggi è ancora privo di contenuti, con l’unica certezza rappresentata dal costo che la Regione dovrebbe sobbarcarsi, quantificato in un miliardo di euro; la riforma degli enti locali, arenatasi in un tavolo di lavoro romano; il rilancio dei Centri per l’impiego regionali, verso cui sia io che il portavoce Luca Sut abbiamo dato massima collaborazione”. “Se la disponibilità alla collaborazione e la pazienza di Giobbe non sono state ripagate, nelle questione sopra citate ma non solo – conclude Capozzella – incalzeremo come Gruppo consiliare con ancora più forza quella che comunque riteniamo essere una blanda azione di governo regionale. Questo è il significato delle dichiarazioni rilasciate alla stampa: altro che tenere bordone!”.