Sparatoria nella centrale via Carducci a Trieste. Scontro fra bande balcaniche. Sette i feriti

Inquietante episodio questa mattina nella centralissima via Carducci a Trieste. Una rissa a cui è seguita una sparatoria attorno alle 8 davanti ad un bar ha provocato 7 feriti, non 8 come da prime informazioni  e buttato nel panico il centro del capoluogo giuliano. Uno dei feriti sarebbe grave ed ricoverato in rianimazione al Cattinara. Secondo le prime ricostruzioni dell'accaduto l’episodio è avvenuto al culmine di una rissa tra due bande di origini balcaniche, rissa iniziata in un’area vicina, in piazza Sansovino, attorno alle 6.30. Lo scontro si sarebbe scatenato per motivi di lavoro nel campo dell’edilizia ma altre fonti parlano di spedizione punitiva a seguito di una rissa avvenuta sempre in piazza Sansovino a metà luglio, rissa provocata pare da alcuni apprezzamenti ad una ragazza. In quell'occasione due persone avevano riportato diverse ferite, sia da coltello che con dei tubi metallici. L'episodio odierno è decisamente più grave perchè sono state usate armi da fuoco con il concreto rischio del coinvolgimento di passanti. I due gruppi di bande, di cui non è ancora noto il numero esatto di persone che li compongono, dopo il primo tafferuglio il Piazza Sansovino si sarebbero affrontati davanti al Royal bar di via Carducci. Prima le spranghe e le pistole iniziando a sparare. Sul posto sono accorse in forza le forze dell’ordine e di numerose ambulanze, testimoni parlano di scene di guerra con presenza di chiazze di sangue sia sull'asfalto che sulle auto. Come accennato sarebbero sette le persone ferite e trasportate agli ospedali di Trieste e Monfalcone. Una persone si trova in rianimazione, intubata, e riporta ferite d’arma da fuoco al torace. Altre cinque hanno ferite da arma da fuoco e segni in testa causati dalle sprangate di queste due persone non desterebbero preoccupazioni avendo riportato ferite minori.
Alcuni degli autori della sparatoria sarebbero riusciti a sfuggire, segnalazioni davano un uomo armato in fuga in via Francesco e zone adiacenti con le forze dell’ordine all'inseguimento. Altri due soggetti responsabili della sparatoria sono invece fuggiti a bordo di un furgone ma sono stati individuati e fermati all’altezza del Lisert dalla polizia, prima della cattura sarebbero stati esplosi altri colpi d'arma da fuoco.