Studenti e docenti di Francia e Spagna ospiti al Convitto di Cividale per un progetto Erasmus+ sui robot

Il Convitto Nazionale Paolo Diacono rilancia le attività internazionali con il progetto ERASMUS+ P.E.A.C.E. (Proposal for an Energy Autonomous Car Eco-design), grazie al quale dal 2019 il Liceo Scientifico sviluppa attività laboratoriali e di programmazione collegate ai temi dell’energia rinnovabile e della realtà aumentata, assieme alle scuole partner, Lycée La Prat's di Cluny, Francia, e Institut Escola Municipal de Treball di Granollers, Spagna. Da lunedì 28 marzo a domenica 3 aprile il Convitto ha aperto dunque le porte a 18 studenti francesi e spagnoli, accompagnati dai loro docenti. Dopo mesi di lavori a distanza, armati di mascherine FFp2 e di tanto entusiasmo, gli studenti stranieri finalmente saranno impegnati fianco a fianco con 22 studenti delle classi 2^ e 3^ del Liceo Scientifico, al completamento del plastico di una città simbolica, che rappresenta una fusione delle tre città di Cividale, Cluny e Granollers. Programmazione di piccoli robot, disegno e stampa 3D di componenti, applicazione della realtà aumentata e studio di energie pulite per l’alimentazione degli stessi robot: questo il ricco programma delle attività. Dopo aver creato le riproduzioni dei monumenti principali delle città coinvolte - per Cividale, il Ponte del Diavolo – alcuni allievi programmano le auto-robot che percorrono le strade del plastico, con lampioni che si accendono comandati via radio dall’auto che sta arrivando, mentre altri lavorano ad un’app di realtà aumentata che consente di evidenziare le informazioni principali lungo il percorso. A corollario dell’esperienza, l’occasione di conoscere realtà di eccellenza della regione in ambito scientifico, quali il Sincrotrone di Trieste, a cui è dedicata una visita virtuale per il nesso tra alta tecnologia e le applicazioni legate all’ecologia.

A termine dell’evento, gli studenti italiani saranno a loro volta in partenza per raggiungere i propri colleghi in Spagna, dal 2 al 9 maggio, e in Francia, dal 5 al 13 giugno. Nel dare il benvenuto agli ospiti, il Rettore del Convitto, dott.ssa Alberta Pettoello, sottolinea che “L’evento finale di Cluny sancirà la conclusione di un progetto ERASMUS+ che nel corso di tre anni ha coinvolto oltre quaranta studenti del nostro Liceo Scientifico, con i loro docenti, in preziose occasioni di studio e di confronto culturale. Siamo felici di poter riaprire il nostro Istituto alla presenza di studenti provenienti da altri Stati e ci auguriamo che questa settimana possa rappresentare un ulteriore prezioso passo verso la ripresa di quella dimensione internazionale che da sempre caratterizza il Convitto Paolo Diacono”.