A conclusione l’intenso cartellone Cameristico 2021 di Chamber Music Trieste al Miela,

Giunge a conclusione l’intenso cartellone Cameristico 2021 di Chamber Music Trieste programmato al Miela, diretto dalla musicologa Fedra Florit e progettato sul filo rosso tematico dei “Contrappunti”. Poi ci si sposterà per 3 lunedì consecutivi nella Sala Tergeste dell’Hotel Savoia. Giovedì 10 giugno al Teatro Miela di Trieste alle 19.30, gran finale con una serata decisamente speciale, quella di “Carta bianca al Duo Sinossi”: e per l’occasione i fondatori dell’Ensemble, il pianista Lorenzo Cossi e la violoncellista Marianna Sinagra, hanno coinvolto il clarinettista Massimiliano Miani e il soprano Karina Oganjan. Insieme si esibiranno su pagine musicali scritte o declinate per un Ensemble in cui si rincorrono le sonorità di tastiera, archi, fiati e voce: pagine musicali di Giacomo Meyerbeer, Ludwig van Beethoven, Johannes Brahms e Gustav Mahler. Dettagli sul sito www.acmtrioditrieste.it. La Stagione 2021 dell’Associazione Chamber Music è sostenuta dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e da Mibact, Comune di Trieste, Iniziativa Centro – Europea.

Il concerto, in un festoso crescendo di note, partirà dall’ispirata partitura di Giacomo Meyerbeer, Hirtenlied per voce, clarinetto e pianoforte, quasi uno spartito di appunti per Ensemble; proseguirà con Ludwig van Beethoven e il suo Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte in si bemolle maggiore op.11: una pagina serena e scorrevole, che culmina in un piroettante Tema con variazioni. A seguire, il Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte in la minore op.114 di Johannes Brahms segnato da un’atmosfera elegiaca e piuttosto contemplativa, infine ecco Gustav Mahler e il suo Wir geniessen die himmlischen Freuden, dalla Sinfonia n.4 in sol maggiore: concepita con il Lied finale a richiamare l’incipit nel richiamo a un canto popolare bavarese. Il Duo Sinossi nasce nel 2009 sotto gli auspici di importanti musicisti con i quali si sono formati Marianna Sinagra e Lorenzo Cossi: da Giuliana Gulli a Nino Gardi, Dario De Rosa, Maureen Jones, Renato Zanettovich, Enrico Bronzi e Maria Tipo. Attualmente Marianna Sinagra è docente di violoncello presso il Conservatorio Verdi di Milano, mentre Lorenzo Cossi è titolare della Cattedra di pianoforte presso l’Università Gustav Mahler di Klagenfurt, Austria. Il Duo si è perfezionato presso la Scuola Internazionale di Musica da Camera del Trio di Trieste e si è affermato in concorsi nazionali e internazionali come il Concorso Internazionale Brahms di Pörtschach (Austria) ed il prestigioso Concorso Gui a Firenze. Vanta un repertorio molto vasto, che spazia dai classici ai contemporanei, con un occhio di riguardo per il repertorio meno conosciuto ma di grande spessore artistico. La scelta del nome, oltre che dall'evidente fusione dei due cognomi, riprende il significato testuale: sguardo d'insieme, idea musicale comune che deriva dall'espressione di due personalità distinte. Nata a Riga (Lettonia), ma di origini armene e tatare, il soprano Karina Oganjan ha intrapreso lo studio del canto in Italia, aggiudicandosi nel 2012 il Premio Nazionale delle Arti, sezione Musica da Camera, in trio con M. Rinaldi (mezzosoprano) e L. Zarcone (pianoforte). Con questa formazione si è esibita in prestigiose sedi e in veste di solista ha collaborato con l’Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra del Teatro dell’Opera di Lubiana, Venice Baroque Orchestra, Orchestra Sinfonica del FVG, Mitteleuropa Orchestra, Ensemble Sentieri Selvaggi. Quale interprete della musica della tradizione armena e tatara, ha collaborato con i Solisti dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Recentemente ha più volte eseguito Akhmatova Songs di J. Tavener assieme al violoncellista Mario Brunello. Massimiliano Miani è dal 2008 Primo Clarinetto solista presso la Slovenian Philharmonic Orchestra di Lubiana, dopo aver ricoperto lo stesso ruolo presso l’Orchestra Sinfonica del FVG. Ha collaborato con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, Orchestra Filarmonica Salernitana, diretto da maestri del calibro di Dutoit, Fedoseyev, Gergiev, Marriner, Mehta, Muti, Harding, Oren. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali, in veste di solista si è esibito con la Slovenian Philharmonic Orchestra, Slovak Radio Symphony Orchestra di Bratislava, Prague Chamber Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica del FVG, Nuova Orchestra da Camera Busoni. Ha partecipato come solista al fianco di Sting al Symphonicity Tour 2011 (Lubiana, Lyon, St. Malo du Bois, Nimes, Monte Carlo). Massimiliano Miani è un artista Yamaha.