La leggenda del jazz Fred Hersch aprirà Piano Jazz e le sei rassegne 2022 di Circolo Controtempo

Per la sua decima edizione Piano jazz ritornerà alla Fazioli concert hall di Sacile, che dopo aver riaperto le porte a dicembre alla musica classica ora accoglie nuovamente anche il jazz. La rassegna darà il via alla stagione 2022 di Circolo Controtempo, che porta l’ eccellenza del jazz in tutta la regione, fra grandi nomi e i talenti della nuova generazione e che anche quest’anno presenta sei rassegne, “sei format, ognuno con la propria specificità e con l’obiettivo di valorizzare sempre anche il territorio, le diversità culturali e le tante collaborazioni attivate negli anni” sottolinea la presidente di Controtempo Paola Martini. Si parte dunque con Piano jazz, che si terrà il 19 maggio e il 1. giugno a Sacile, nel tempio del pianismo internazionale, mentre il 27 maggio una data speciale dedicata al piano Fender avrà come cornice la tenuta Vistorta nell’omonima località. Ad aprire Piano jazz il 19 maggio sarà una leggenda vivente del jazz mondiale: il pianista e compositore americano Fred Hersch, che torna sui palcoscenici italiani con il suo progetto in “piano solo” (biglietti già in vendita, nel circuito Vivaticket; info: ticket@controtempo.org). Hersch ha ottenuto nella sua ultratrentennale carriera i riconoscimenti più prestigiosi in ambito jazzistico (fra gli ultimi, Jazz Magazine lo ha decretato il migliore artista jazz internazionale del 2021). All About Jazz, parlando delle sue “esibizioni soliste mozzafiato” ha osservato che "quando si tratta dell'arte del pianoforte solo nel jazz, ci sono due classi di artisti: Fred Hersch e tutti gli altri”. Abile nel reinventare il repertorio del jazz classico con idee fresche e tecnica straordinaria, del tutto indifferente ai generi, autentico battitore libero, ha tracciato la propria strada senza cedere a mode e tendenze di successo, preferendo al virtuosismo il lato emotivo ed emozionale della musica. È un anno di anniversari, il 2022, per Circolo Controtempo. Se Piano jazz è alla sua decima edizione, approda al 20. anno “Le nuove rotte del jazz”, rassegna dedicata alle nuove sonorità jazz, alle avanguardie e alle contaminazioni, organizzata in collaborazione con il Conservatorio Tartini, ospitata nell’auditorium del museo Revoltella di Trieste: 22. 23 e 24 giugno le date da mettere in agenda

Da Trieste a Gorizia e Nova Gorica dove tornerà per la sua quarta edizione “Musiche dal mondo/Glasbe Sveta”, il festival transfrontaliero che Controtempo organizza in collaborazione con Connessioni-Circolo Mario Fain e Kud Morgan di Nova Gorica e che celebra il rinnovato sodalizio tra le due città di frontiera, proclamate Capitale europea della Cultura nel 2025, nel segno del dialogo e dello scambio tra i due territori, valorizzando l’idea di confine. Apre la Slovenia, con concerti il 25, 26, 27 e 28 luglio; ci si sposta a Gorizia il 2 e 3 agosto.

Settembre sarà invece il mese di Jazz River: dopo il felice debutto nel 2021 tornerà il 9, 10,11 e 17 a Polcenigo e dintorni, organizzata in collaborazione con il Comune, la rassegna che, in uno dei borghi più belli d’Italia, abbina il jazz a momenti e contesti “green”, arricchita dai Cammini sonori promossi da Connessioni-Circolo Mario Fain.

A ottobre festeggerà le “nozze d’argento” il festival che è la punta di diamante di Circolo Controtempo, Jazz & Wine of Peace: la 25.edizione è in programma dal 19 al 23, con il suo intreccio vincente fra la grande musica jazz e l’eccellenza dei vini del Collio friulano e sloveno, in un abbraccio senza confini fra i due territori e popoli: gli scenari saranno i teatri di Cormons e Gorizia, le aziende vitivinicole, le cantine dei produttori di vino,le dimore storiche.

E subito, dopo, dalla fine di ottobre alla prima settimana di dicembre, con appuntamenti settimanali, si tornerà a Sacile, per la 18. edizione de Il volo del jazz, organizzata in collaborazione con il Comune di Sacile, che porterà nel teatro Zancanaro i maggiori esponenti del jazz internazionale,spesso con progetti esclusivi e proposte nate appositamente per la rassegna.