Alla Mostra del Cinema di Venezia il coraggio dell’attivismo per i diritti burkinabé

Quest'oggi (domenica 4 settembre) sarà presentato in prima mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia “Il paese delle persone integre”, un documentario che racconta la ricerca della libertà in Burkina Faso. La proiezione si svolge nell’ambito delle Giornate degli autori (Notti Veneziane) e ha già registrato il tutto esaurito, ma il documentario si potrà vedere anche on line dalle 22 dello stesso giorno fino alle 22 di venerdì 9 settembre (su Mymovies, info qui) e successivamente anche nelle sale cinematografiche. “Il paese delle persone integre” è la traduzione italiana del nome che il leader rivoluzionario Thomas Sankara aveva scelto per la sua terra. Il documentario è diretto dall’italiano Christian Carmosino Mereu e ha come protagonisti quattro cittadini burkinabè: un musicista (l’icona della scena reggae Sams’K Le Jah, premiato da Amnesty International come Ambasciatore di coscienza) leader della rivoluzione iniziata nell’ottobre 2014 con la cacciata del dittatore Blaise Compaoré, un candidato alle imminenti elezioni, un minatore impegnato nella lotta sindacale e una madre che deve occuparsi di una famiglia povera e numerosa, tutti accomunati dalla speranza che il proprio Paese possa presto diventare davvero libero e giusto. Amnesty International Italia ha scelto di patrocinare “Il paese delle persone integre” e lo accompagnerà in alcune proiezioni. Il portavoce Riccardo Noury ha dichiarato: “Il Burkina Faso è un paese tormentato. Le storie di attivismo e di resistenza raccontate da questo film ci dicono che meriterebbe un destino migliore”. Il film ha come media partner Zalab e verrà venduto a livello internazionale da Deckert Distribution.