Ambiente: Pd Fvg, su elettrodotto Wurmlach-Somplago è mancato ascolto. Vito: interramento è conquista centrosinistra

"Dal 2018 sono mancati i necessari momenti di ascolto e confronto politico con i territori interessati dall'elettrodotto Wurmlach-Somplago e l'ultima delibera della Giunta Fedriga dà il via libera all’opera, in attesa dell’autorizzazione ministeriale definitiva, sostanzialmente sulla testa di quattro Comuni". Lo afferma la responsabile Ambiente Pd Fvg Sara Vito, dopo che la Giunta regionale ha approvato la delibera che sancisce la compatibilità del progetto per l’elettrodotto “Somplago-Wurmlach”, che attraversa i comuni di Paluzza, Cercivento, Tolmezzo, Cavazzo Carnico, Sutrio e Arta Terme (Udine).
"Alla fine del 2017 era stato avviato un nuovo percorso di ascolto delle amministrazioni comunali coinvolte - ricorda Vito - a seguito di un incontro in Regione con i sindaci per illustrare il progetto e prendere l’impegno di continuare nella strada della condivisione. L’attuale Amministrazione regionale però non ha dato seguito a questo impegno e di fatto non è venuta incontro a quei territori che avevano avanzato alcune richieste per ridurre ulteriormente l’impatto dell’opera. Un’occasione persa e - conclude - una mancanza di ascolto e di dialogo".
Per l'esponente dem "l’interramento dell’elettrodotto Wurmlach-Somplago è stato un’importante conquista del centrosinistra, frutto di una battaglia politica portata avanti ascoltando il territorio. Abbiamo lavorato con coerenza e in attuazione del Piano energetico regionale, frutto anch’esso del lavoro di quegli anni e ad oggi ancora in vigore. Tutti ricordano che il progetto iniziale era previsto come linea elettrica aerea, con un evidente maggiore impatto ambientale e paesaggistico. Lo sforzo profuso - aggiunge Vito - ha permesso di individuare una soluzione migliorativa, che doveva essere poi semplicemente definita nei dettagli in condivisione con i Comuni che erano soddisfatti di questo risultato".