Anniversario bombe atomiche in Giappone, da Aviano appello per la pace nel nome di don Pierluigi Di Piazza

Come ogni anno da Aviano viene lanciato l'appello alla pace e quest' anno viene fatto anche nel nome di don Pierluigi Di Piazza che di quelle manifestazioni in passato fu promotore . Così i pacifisti si sono riuniti ieri  anniversario della bomba su Nagasaki, nello spazio verde difronte alla base dell'aeronautica statunitense.  "Le armi nucleari sono uno degli strumenti più micidiali di distruzione della vita dell'uomo e delle altre specie viventi." Le parole scritte da Pierluigi Di Piazza sono state lette da suor Marina e don Paolo Iannocone del centro Balducci E mentre da Aviano proseguivano rumorosi i decolli dei jet Usaf  una piccola folla sventolava  le bandiere della pace, mentre in un cerchio multicolore bandiere della pace con i nomi dei paesi oggi in guerra con al centro una sorta di bomba h stilizzata  mostravano plasticamente la follia della guerra e del rischio atomico ad esse correlato.   Mai come quest'anno infatti sulle guerre che insanguinano il mondo, Europa compresa, aleggia lo spettro dell'atomica. La rete di associazioni pacifiste e società civile, circa 200 persone arrivate da tutta la regione e dal Veneto, si sono raccolte ancora una volta in presidio davanti alla Base USAF di Aviano per chiedere il disarmo nucleare.  Poi alle 11.02 un minuto di silenzio nel ricordo di Nagasaki e poi l'appello, l'ennesimo, per l'eliminazione di tutte le armi nucleari.