“Buon viaggio papà” l’addio a Piero Angela del figlio Alberto

Ci ha lasciati a 93 anni Piero Angela, ad annunciarlo sui suoi profili social il figlio Alberto con un significativo quanto eloquente "buon viaggio papà".  Piero Angela, nato a Torino nel 1928, è stato un giornalista e divulgatore scientifico, uno dei conduttore televisivi più apprezzati. Molte anche le sue pubblicazioni. Ha messo in contatto o intere generazioni di Italiani con il mondo della scienza e della cultura, semplificandone la comprensione ma sempre con estremo rigore scientifico e culturale
Piero Angela aveva iniziato la sua carriera giornalistica in Rai come cronista radiofonico, divenendo poi inviato e conduttore del tg. Ma è con le trasmissioni Quark a Superquark che raggiunse la sua grande popolarità. Piero Angela ha ottenuto numerosi riconoscimenti e premi non solo in Italia ma anche all'estero (negli Stati Uniti e in Giappone) e ha ricevuto a Parigi il prestigioso premio internazionale Kalinga dell'Unesco per la divulgazione scientifica. Per la sua attività di divulgatore gli sono state attribuite otto lauree honoris causa. Sono tre invece le onorificenze conferitegli dalla Presidenza della Repubblica: il 2 aprile 2002 la Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte, il 26 maggio 2004 la nomina a Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana e l'11 maggio 2021, l'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.  Nei giorni scorsi Angela  aveva voluto lasciare al sito Internet del suo programma SuperQuark, l'ultimo messaggio di saluto ai telespettatori: "Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi", un saluto ai telespettatori, sempre fedeli e numerosissimi in un percorso durato diversi decenni, che aveva lasciato ai social: "Malgrado una lunga malattia - continua nel post - sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni - e poi, concludendo - carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese".