CNA Vs Confidimprese: Compie 40 anni e dimentica di dare la parola ai suoi fondatori

Da sx Graziano Tilatti Nello Coppeto

Con una nota piccata Nello  Coppeto, presidente regionale CNA FVG  esprime le sue rimostranze: “’Abbiamo fatto nascere il consorzio, sostenendolo sempre. Ma alla cerimonia hanno ignorato le associazioni di categoria”.  Se è vero, si legge nella nota,  che “il presente di Confidimprese Fvg è frutto delle scelte e del lavoro passato e le fondamenta del futuro”, come ha detto il presidente di Roberto Vicentini in occasione della cerimonia per i 40 anni del consorzio all’Auditorium del Dacia Arena, allora come mai CNA e Confartigianato, “genitori” del consorzio, sono state palesemente ignorate e scavalcate dagli organizzatori? Nello Coppeto, presidente regionale CNA Fvg, non nasconde la delusione per non aver potuto prendere la parola, sebbene il suo intervento fosse previsto assieme a quello di Tilatti, mentre invece è stato concesso ampio spazio agli altri relatori.

“Una bella cerimonia - riferisce -, peccato che non sia stato ricordato il ruolo che le associazioni di categoria hanno avuto nella formazione del consorzio. L’abbiamo fatto nascere, sostenendolo per 40 anni, nominando i suoi rappresentanti, offrendo appoggio politico. O forse al Confidi Imprese pensano di essere soli?”. Insomma, in quella pomposa celebrazione allo stadio Friuli, la CNA si attendeva uno spazio adeguato per le associazioni di categoria, con tanto di saluti e discorsi. Ma a parlare è stato solo il presidente del consorzio. Una mossa poco attenta, che ha offeso la CNA: “Avremmo gradito un riconoscimento più forte. Come dimenticare proprio chi costituì il consorzio?”.

Nel suo intervento Coppeto avrebbe invitato il consorzio proprio a non perdere mai di vista la “mission” che 40 anni fa i suoi fondatori gli diedero in fase di costituzione, “quei principi di mutualità e solidarietà che talvolta rimangono solo parole e propositi. Alle nostre imprese artigiane non servono altre banche: servono strutture ancora capaci di guardare oltre i numeri, oltre ai bilanci; di ritrovare l’analisi e il giudizio sull’iniziativa imprenditoriale e sulla qualità dell’imprenditore artigiano. Ma su questo Confidimprese Fvg, per fortuna, è riuscito sempre a distinguersi positivamente. Continui pure, dunque, la crescita di Confidimprese Fvg, ben vengano ulteriori aggregazioni, cambino ancora gli scenari economico finanziari, ma non venga mai a mancare lo spirito volto al supporto e all’aiuto alle nostre piccole imprese di quel comparto artigiano che lo ha fatto nascere 40 anni fa e che lo ha guidato e supportato nella crescita in tutti questi anni. Esorto a proseguire su questa strada, con la stessa abnegazione e la stessa sensibilità che ha contraddistinto l’operato di tutti i precedenti gruppi dirigenti”.