Comitato per la Salvaguardia del territorio di Premariacco e Cividale del Friuli: la Regione boccia il progetto di una nuova discarica a Firmano

La Regione Friuli V.G.. a firma dell'ing. Flavio Gabrielcig, Direttore del Servizio Disciplina Gestione Rifiuti e siti inquinati della Direzione Centrale dell'ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile boccia il progetto presentato dalla ditta Gesteco Spa per una nuova discarica di 300.00mc in località Murà, nell'area della cava Anuaeco srl.  Ad annunciarlo è Marino Visintini  promotore del Comitato per la Salvaguardia del territorio di Premariacco e Cividale del Friuli nonchè referente dell' "Osservatorio Civico contro le illegalità del Friuli V.G."
"L'area oggetto di intervento ricade all'interno del perimetro del programma "Firmano Pulita 2000" approvato con Decreto della Giunta Regionale n. 3909 del 17-12-1999, la quale al punto 1 prescrive il divieto di realizzare o di ampliamento di cave e discariche", queste le motivazioni del non accoglimento del nuovo progetto da parte degli uffici regionali. In tale sito si può solo completare le attività di scavo e ripristino finale. Viene riconfermato, spiega Visintini,  quanto Il Comitato per la Salvaguardia del territorio di Premariacco e Cividale lo sta dicendo da oltre 20 anni ad ogni tentativo di proporre nuovi progetti nell'area di Firmano, zona martoriata da cave e discariche da oltre 34 anni. Inoltre non abbiamo notizie su progetti di monitoraggi dell'inquinamento delle falde dal 1999 in comune di Premariacco; l'area in cui è localizzato il problema è caratterizzato dalla presenza di 3 discariche adiacenti ed è stato registrato dall' ARPA, Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente del Friuli; dopo oltre 20 anni, il sito è ancora in attesa di intervento di bonifica.