Da martedì prossimo a Gorizia la 22esima edizione del festival Omaggio a una visione

Dopo una prima giornata a Lubiana, entra nel vivo a Gorizia la 22° edizione del festival cinematografico transfrontaliero Omaggio a una visione del Kinoatelje, con due giornate di proiezioni e altri eventi gratuiti in programma martedì 19 e mercoledì 20 ottobre al Palazzo del Cinema. L’ospite e protagonista di questa edizione è il direttore della fotografia Peter Zeitlinger, vincitore del Premio Darko Bratina 2021. Si parte martedì alle 18 con la proiezione di un corto di Silvia Zeitlinger Vas, regista e compagna di vita del premiato con cui spesso collabora. Il suo Tutto il mondo e paese (2018) sarà seguito da Verfolgt – Der kleine Zeuge di Andrea Senn (2012) per il quale Zeitlinger ha ricevuto il premio per la migliore fotografia in un film tedesco nel 2012. Alle ore 20 si prosegue con My son My son, what have You done di Werner Herzog (2009), film che vede la produzione di David Lynch. Un lavoro che ha avuto la sua prima mondiale al Festival di Venezia nel 2009, dove è stato nominato per il Leone d'oro insieme a un altro film di Herzog, Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans (2009). Mercoledì 20 ottobre la giornata partirà con il tradizionale masterclass al Palazzo del Cinema di Gorizia che andrà avanti dalle 10 alle 17, tra proiezioni e dibattiti con il premiato che farà così scoprire la propria visione autorale ai partecipanti dell'iniziativa. Verranno proposti anche i primi corti di Zeitlinger.
La serata d'onore si terrà dalle ore 20 con la consegna del Premio Darko Bratina 2021 a Peter Zeitlinger, seguita dalla proiezione in 3D di Cave of Forgotten Dreams di Werner Herzog (2010). In questo documentario, il regista e la sua piccola troupe cinematografica hanno la rara opportunità di girare nella grotta Chauvet nel sud della Francia, le cui pareti sono ricoperte dai disegni più antichi al mondo. Per fare in modo che queste opere si mantengano, la grotta è aperta al pubblico solo due settimane l’anno. Accompagnato dalle riprese di Zeitlinger e dalle spiegazioni degli scienziati che studiano questi disegni di 30.000 anni fa, l’autore si interroga su come quest’arte rappresenti i primi sogni dell’umanità. Per la serata è richiesta la prenotazione al seguente indirizzo: https://forms.gle/qrQMU6kWqmfWpTbr9

Giovedì 21 ottobre si chiude la parentesi goriziana con un appuntamento speciale di approfondimento a Nova Gorica (Xcenter, dalle 10 alle 13)) dove ci sarà il seminario “Manager culturale: sfide e visioni” che si concentrerà sulle competenze da acquisire per lavorare in questo particolare settore del management. L’evento è gratuito.