Dal Comitato StopTTIP/CETA, mobilitazioni ed eventi sul clima, sui trattati di libero commercio e sulle virtuose pratiche alimentari

Si è riunito mercoledì scorso il gruppo operativo del Comitato StopTTIP/CETA ed è stato deciso  di aderire alla mobilitazione europea della settimana 7/12 ottobre contro il commercio e l'impunità delle Multinazionali, di accelerare le firme contro i nocivi ISDS, i Tribunali arbitrali che garantiscono i diritti degli investitori, di mobilitarsi perchè il CETA resti nel cassetto e non venga ratificato dal Parlamento italiano, di mobilitarsi contro il Mercosur (Trattato UE- Paesi dell'America latina) che dovrebbe sbarcare in Consiglio europeo a maggio.
Il Comitato StopTTIP/CETA sarà a Udine il 12 ottobre pomeriggio con banchetti e distribuzione di materiale informativo. Queste inoltre alcune iniziative programmate nei prossimi giorni cui il Comitato StopTTIP/CETA ha dato adesione:

Clima Azione e Fridays For Future, venerdì 27 settembre Giornata Mondiale dello Sciopero per il Clima: insieme agli studenti del Fridays For Future Udine e di milioni di ragazzi e cittadini che in tutto il mondo riempiranno le strade e le piazze di ogni città per ottenere l'impegno politico internazionale ad affrontare l'Emergenza Climatica. Nello stesso a cura del Cinema Visionario, proiezione del film "Antropocene" a cura di FFF UD e dialogo con il pubblico sulle strategie e azioni realizzabili che il film documenta.
Circolo MisKappa di Udine: In Prima persona, una biblioteca vivente Sabato 5 ottobre dalle 16 alle 18 in piazza Libertà a Udine. Per incontrarsi, conoscersi, essere umani, ognuno presenta se stesso o racconta un diritto.
Da Coldiretti, ultimi 10 giorni per firmare la petizione STOP al cibo anonimo.
Non solo Pane - Nutrire comunità La prima edizione di "Non solo Pane - Nutrire comunità", mercato solidale di produttori locali e mostra delle buone pratiche del territorio, si terrà Domenica 6 Ottobre dalle 15.00 alle 20.00, presso l'azienda agricola Roselli della Rovere a Tomba, frazione di Mereto di Tomba. Proprio a Mereto è nato nel 2017 il Distretto di Economia Solidale (D.E.S.) del Medio Friuli con la filiera Pan e Farine dal Friûl di Mieç. Produrre farina da grani coltivati su territorio locale, e distribuirla tra i panifici e le piccole botteghe della zona è stato il primo passo per avviare una filiera locale, sostenibile e solidale, che coinvolgesse la comunità e portasse sulle tavole di tutti un prodotto sano, buono e sostenibile. Questa sperimentazione positiva vuole essere un modello anche per altre filiere produttive, affinché si stringano patti virtuosi tra produttori, trasformatori e cittadini. Non solo Pane è un progetto che mira a sensibilizzare e attivare i cittadini verso un’economia di comunità, basata su principi di solidarietà, reciprocità, sostenibilità ambientale, coesione sociale, cura dei beni comuni, ed è stato selezionato tra le tre migliori idee di innovazione sociale in Friuli Venezia Giulia (bando Social Impact for the Alps Adriatic Region - SIAA). Un primo passo per promuovere il progetto è la creazione di un evento sul territorio che dia la possibilità non solo di dare risalto ai produttori locali e alle buone pratiche, ma anche di fare rete a livello territoriale e coinvolgere attivamente la comunità.