Domani doppio appuntamento a Gorizia per il festival della psicologia

Prosegue la seconda edizione del Festival della Psicologia in Friuli Venezia Giulia, organizzato dall'Associazione Psicoattività grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: ancora una volta un appuntamento che accosta un incontro di approfondimento di tipo scientifico a performance artistico-culturali: con un approccio divulgativo, gli eventi del Festival hanno lo scopo di diffondere la cultura psicologica con strumenti multidisciplinari. Il Festival, sotto la direzione scientifica di Claudio Tonzar - psicologo, psicoterapeuta e docente all'Università di Urbino, oltre che Presidente di Psicoattività - affronta il tema “Dalle credenze alle scienze psicologiche” e parte dall’analisi delle tante “credenze fallaci” che accompagnano la nostra vita quotidiana. La prossima tappa è attesa domani, venerdì 12 novembre a Gorizia, all’Auditorium della Cultura Friulana con un doppio appuntamento. Il tema dell’incontro delle ore 18 sarà “La memoria umana: registrazione o ricostruzione?”. Claudio Tonzar introdurrà Rossana De Beni, già professore ordinario dall’Università di Padova dove insegna Psicologia dell’invecchiamento e Psicologia della Personalità e delle Differenze Individuali, studiosa che nel corso della sua carriera ha da sempre indagato il funzionamento della memoria umana. Al centro della conferenza sono i meccanismi della memoria e la sua funzione attiva e ricostruttiva, ad esempio, rispetto alla memorizzazione degli eventi: perché se è vero che la memoria è il nostro rapporto con il passato e con il futuro, è anche vero che lavora ricostruendo gli eventi, non semplicemente registrandoli o archiviandoli, come spesso si presume. Alle 20 la parola passa alla musica con un concerto cameristico, che si svolge nell’ambito di “Nei suoni dei luoghi” dell’Associazione Progetto Musica di Udine. Sul palcoscenico un giovane quartetto d’archi composto da Veronika Brecelj e Alberto Stiffoni (violini) Serhii Zhuravlov (viola) e Vita Peterlin (violoncello) alle prese con un programma prevalentemente incentrato sulla figura di Mozart, compositore molto citato negli studi psicologici sull’intelligenza e la memoria umana. Ultimo appuntamento del Festival a Cormons venerdì 19 novembre, al Teatro Comunale. Alle 18 viene proposto il primo incontro dal titolo “Felicità: basta la salute?”: a parlarne sarà la prof.ssa Marta Bassi, professore associato di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di Milano “La Statale”. Alle 20.30 un concerto, sempre a cura di Associazione Progetto Musica (UD), dal titolo “Viaggio al Centro della Musica. Alla scoperta dell’essenza della musica e di come agisce sulle nostre emozioni” con Valentina Lo Surdo, Francesca Sperandeo e Valentina Danelon.

 

COME PARTECIPARE AL FESTIVAL

In ottemperanza alle normative vigenti sarà possibile partecipare agli eventi del Festival SOLO SE SI È IN POSSESSO DI CERTIFICAZIONE VERDE COVID-19 (GREEN PASS).
Inoltre per poter partecipare ai singoli eventi del Festival è OBBLIGATORIA la prenotazione.
Per prenotare è necessario compilare un form online disponibile sul sito www.psicoattivita.it in corrispondenza dell’evento, indicando il nome e cognome del partecipante, una mail e un contatto telefonico, entro le ore 12:00 del giorno precedente all’evento.
Solo per i concerti di Gorizia e Cormons la prenotazione va effettuata telefonando al 0432 532330 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 15.00 o inviando una mail all’indirizzo: biglietteria@associazioneprogettomusica.org.
La prenotazione per questi 2 concerti deve essere effettuata entro le ore 15.00 del giorno precedente. Gli spettatori che hanno prenotato devono presentarsi all’ingresso del concerto almeno 30 minuti prima del suo inizio. Coloro che hanno effettuato la prenotazione di tutti gli altri eventi dovranno presentarsi all’ingresso almeno 15 minuti prima dell’inizio, in caso contrario non potrà essere garantito il posto riservato con la prenotazione.

- All’ingresso verrà effettuata la misurazione della temperatura: qualora fosse superiore ai 37,5°C l’accesso sarà impedito.
- È obbligatorio l’utilizzo della mascherina e la pulizia delle mani con apposito gel igienizzante.
- Gli spettatori dovranno mantenere la distanza fisica interpersonale di almeno 1 metro, anche nelle fasi di ingresso e uscita dell’evento.

****

Il Festival è realizzato dall’Associazione Psicoattività (Palmanova), con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in partnership con l’Università degli Studi di Trieste, i Comuni di Trieste, Palmanova, Gradisca d’Isonzo, Cormòns, Associazione Progetto Musica (UD), Teatro degli Asinelli (TS), Associazione Examina (GO), Aetos - Scuola di specializzazione in psicoterapia (PN), Mongolfiere Tascabili (Villesse, GO) in collaborazione Kulturni Dom di Nova Gorica e Club per l'Unesco di Udine.

INFORMAZIONI
WEB: www.festivaldellapsicologiafvg.it
FB: www.facebook.com/festivaldellapsicologiafvg
IG https://www.instagram.com/festivaldellapsicologia/