E’ deceduto a Torino Silvio Stolfo emigrante friulano che ha vissuto “pal mont”, verrà tumulato a Carlino

E' deceduto a Torino Silvio Stolfo emigrante friulano nonchè papà del collega giornalista Marco Stolfo. Dopo il funerale, celebrato a Torino venerdì scorso  19 luglio , le sue ceneri verranno tumulate nel cimitero del suo paese d'origine, Carlino, domattina, 25 luglio, alle 10.  Silvio Stolfo  è stato emigrante che ha vissuto "pal mont", così lo ricorda il figlio Marco:  L'amore per la vita (“da vivere in ogni suo attimo”, come spesso sottolineava), l'indole pacifica e generosa, l'impegno sociale e il forte legame con la sua terra d'origine, il Friuli. Sono alcuni dei tratti salienti della sua personalità. Si  è spento lo scorso 16 luglio a Torino all'età di 85 anni. Nato a Cjarlins/Carlino, nella Bassa Friulana, ha trascorso la maggior parte della sua esistenza nell'area metropolitana torinese, dove ha lavorato come muratore e poi, dal 1964 sino alla pensione, come operaio alla Fiat. Coerentemente con i suoi principi e la sua attitudine, ha condotto una vita all'insegna della sobrietà, del lavoro, che considerava, tra l'altro, una forma di espressione personale e un ambito di condivisione e di emancipazione collettiva, e dell'attivismo nel volontariato e nell'associazionismo, in ambito sociale, culturale e ambientale. Negli ultimi anni, con il sopraggiungere della vecchiaia e con l'emergere di diversi problemi di salute, ha progressivamente ridotto queste attività.

Lo ricordano con affetto la moglie Graziella, il figlio Marco, la nuora Sabrina, la nipote Sara e tutti i parenti e gli amici.  Ai familiari  vanno le condoglianze della redazione di FriuliSera.