Elettori di Codroipo tranquilli: la Regione de “io sono Fvg” è cosa nostra, basta votare “bene” è sarà sempre Natale..

“La politica è sangue e merda” diceva qualcuno che se ne intendeva, eravamo in piena prima repubblica e ha pronunciare quella farase fu Rino Formica più volte ministro membro di rilievo del Partito Socialista Italiano durante la segreteria di Bettino Craxi. Ma neppure Formica poteva prevedere che nel terzo millennio sarebbe rimasta solo la merda. Ultima prova nella Codroipo del ballottaggio, dove il candidato sindaco Gianluca Mauro, a guida di una coalizione di centro destra che raggruppa i partiti che attualmente sostengono la maggioranza Fedriga in Consiglio regionale, ha invitato elettrici ed elettori a votarlo al prossimo ballottaggio "per avere il completo appoggio della Regione e del governatore Fedriga". Parlare di visione clientelare della politica è perfino poco, infatti tirare in ballo il presidente della giunta Regionale come fluidificatore di benefit territoriali,  odora di voto di scambio, insomma promesse all'elettore di particolare benevolenza dalla Regione, che ricordiamolo, è di tutti e non solo di chi è protempore nella cabina di regia. Siamo certi che lo svarione non sia stato approvato da Fedriga e siamo certi, ma non certissimi, che il presidente eviti l'uso di partigiano del potere che una maggioranza di elettori, non tutti, gli hanno dato nel 2018. Se è così allora quella sciagurata propaganda non solo è millantato credito ma si caratterizzerebbe come pubblicità "ingannevole", come quella degli imbonitori di basso profilo che vendono prodotti scamuffi e che sanno di farlo. Comunque l'opposizione non l'ha giustamente presa bene. A tale proposito ci permettiamo di segnare il link dal quale si possono denunciare al Comitato di Controllo dell'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria che l’organo che agisce quale garante degli interessi dei cittadini-consumatori. La sua azione si svolge sia d’ufficio, attraverso un’attività di monitoraggio dei messaggi propagandistici e pubblicitari diffusi, sia grazie alle segnalazioni del pubblico. Certo il riferimento d'elezione dello IAP sarebbe soprattutto la pubblicità commerciale ma tutto sommato anche quella elettorale promoziona un prodotto che in questo caso per i cittadini sarebbe più dannoso di una lavatrice che non lava o di un tariffa telefonica fasulla . Questo il link al quale accedere al modulo di denuncia: https://www.iap.it/le-attivita/per-i-cittadini/. Il nostro è solo un suggerimento mentre una azione concreta è stata annunciata dalle opposizioni in Consiglio Regionale: "Evidentemente la Lega e i suoi alleati, tuona Morettuzzo di Patto per l'Autonomia, hanno una visione clientelare della politica e dell’amministrazione pubblica, che in questa legislatura si è manifestata più volte – commenta Moretuzzo –. Ora, però, si sta esagerando. Non è la prima volta che in questa tornata elettorale candidati del centrodestra sostengono che solo loro potrebbero beneficiare dell’attenzione della Regione, mentre tutti gli altri sarebbero penalizzati. Questo è inaccettabile e richiede una immediata smentita da parte del Presidente Fedriga". Così  è stato annunciato il deposito di una interrogazione: “Il candidato sindaco di Codroipo Gianluca Mauro, si legge nella interrogazione, invita elettrici ed elettori a votarlo al prossimo ballottaggio “per avere il completo appoggio della Regione e del governatore Fedriga”. La sua elezione sancirebbe, per l’aspirante primo cittadino, un “collegamento diretto con la Regione” a garanzia di “una Codroipo protagonista del suo futuro”. Non solo: il mancato sostegno significherebbe isolare Codroipo dal resto del territorio governato per lo più dalle forze del centrodestra come mostra una grafica diffusa dallo stesso Mauro che riporta pure qualche inesattezza, visto che indica come Comuni di centrodestra anche realtà che senza dubbio non afferiscono a quella parte politica..... Questo è inaccettabile e richiede una immediata smentita da parte del Presidente Fedriga, che diversamente è complice di una minaccia neanche tanto velata che è indegna di un’istituzione pubblica come la Regione», continua Moretuzzo, che ha annunciato una interrogazione in merito. Anche il segeario regionale del Pd Cristiano Shaurli (Pd) chiede che Fedriga si dissoci dalla propaganda del candidato Mauro: “Il presidente Fedriga si dissoci e soprattutto difenda l’Istituzione Regione Friuli Venezia Giulia da messaggi ambigui diffusi dalle liste che sostengono il candidato Gianluca Mauro. E' vergognoso che si sfiori la suggestione del voto di scambio e si insinui nei cittadini il dubbio che aiuto e appoggio ‘completo’ della Regione siano condizionati all’elezione di un sindaco leghista. Non solo è scorretto ma è pericoloso far passare in modo spudorato il concetto che per la Regione e per lo stesso presidente Fedriga possono esistere figli e figliastri tra i Comuni, e che per dare risposte a cittadini e territorio serve un sindaco di destra. Anche la propaganda deve avere un limite etico e di rispetto delle Istituzioni”.