Firmato accordo di collaborazione Friulia e Sinloc per sviluppare opportunità di investimento energetico in logica green

Friulia e Sinloc, società di consulenza e investimento nonché azionista della finanziaria regionale, hanno firmato un accordo di collaborazione per sviluppare opportunità di investimento in logica green nei settori della transizione energetica con particolare focus sull’’efficientamento energetico in Friuli Venezia Giulia.

La partnership prevede un’attività di ricerca iniziale per valutare opportunità di intervento innovative e più efficaci rispetto a quelle tradizionalmente offerte mediante la partecipazione a gare pubbliche. I progetti saranno realizzati in partnership sotto la guida di Sinloc, il supporto di Friulia e le competenze tecniche di primari partners industriali.

Sinloc offre servizi di consulenza e di affiancamento per progetti di sviluppo sul fronte sociale e ha maturato un importante esperienza nel campo della sostenibilità ambientale. La società infatti opera in ottica di promozione e investimento in iniziative di sviluppo che creano valore per gli investitori e le comunità coinvolte.

Il Patrimonio Netto di Sinloc è attualmente pari a circa 44 milioni di euro ed è quasi completamente investito in iniziative infrastrutturali e di sviluppo locale. Nel 2020 sono stati registrati ricavi pari a 4,3 milioni di euro, in crescita del 9% rispetto all’anno precedente, con un utile netto di circa 240 mila euro.

Condividendo con Sinloc il know-how e le reti relazionali nell’ottica di sviluppare opportunità di investimento in progetti con focus sul tema della transizione energetica, Friulia conferma ancora una volta il proprio ruolo di radicamento sul territorio, promuovendone lo sviluppo economico con attenzione alle politiche di tutela ambientale e transizione ecologica.

“Energie rinnovabili e infrastrutture sono settori fondamentali su cui si gioca il presente e il futuro non solo del nostro Paese, ma del mondo intero - ha dichiarato la Presidente di Friulia Federica Seganti. “Per creare modelli di successo è però necessaria un’attività di studio e programmazione specifica per ogni campo di intervento. Per questo abbiamo deciso di unire la nostra esperienza nel campo finanziario e la nostra conoscenza del territorio regionale alle competenze di Sinloc, nostro azionista che promuovere progetti di sviluppo locale in tutta Italia.

La pandemia ci ha insegnato che solo unendo le forze e scommettendo su progetti che guardano al futuro si può ricreare quel clima di fiducia indispensabile per far ripartire l’economia. Questa è la mission che ci ha guidato e che ci ha spinto a credere in questa nuova partnership”.

“Sinloc ha come socie dieci Fondazioni bancarie tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e Fondazione Friuli, ed è al servizio del territorio per sviluppare e realizzare progetti di interesse dei territori ove operano le fondazioni” - ha dichiarato il presidente di Sinloc Gianfranco Favaro – “Da qui la storica partecipazione in Friulia e oggi la sottoscrizione di un accordo di collaborazione su un settore attuale quale quello della transizione energetica, sul quale Sinloc ha maturato una consolidata esperienza. Abbiamo in comune soci che hanno a cuore lo sviluppo del territorio. L’unione delle professionalità e la conoscenza del territorio di Friulia, e dell’esperienza di Sinloc nel gestire progetti di transizione energetica e di partenariato pubblico privato permetterà di affrontare le sfide che il prossimo futuro ci riserverà.”