Fra 50 giorni circa scade il rinnovo della convenzione sottoscritta da Governo e RAI per le trasmissioni in friulano

L’uso della lingua friulana nelle trasmissioni radiotelevisive è tra le finalità prioritarie dell'Assemblea di Comunità Linguistica Friulana (ACLiF) e finora, grazie al forte interessamento di numerosi soggetti e istituzioni, è stato raggiunto un primo prezioso traguardo: oltre alle 90 ore di trasmissioni radio in friulano, ormai consolidate, grazie a un accordo integrativo, siglato a settembre dello scorso anno, è stata aperta una nuova finestra sulla marilenghe anche in televisione.

L'ambizione dell'ACLiF è di provare a crescere ancora ottenendo per il friulano in radio e televisione maggiori spazi per la cultura, lo spettacolo e, magari, l'informazione.
Per il convegno è stato riconosciuto il patrocinio della RAI e garantito il supporto della Presidenza del Consiglio Regionale e dell'Amministrazione regionale, in particolare, dell'Assessorato per le Lingue Minoritarie.

Il convegno darà una preziosa occasione per conoscere il quadro di riferimento e i servizi già in essere nelle altre Regioni a statuto speciale come la Sardegna, la Valle d'Aosta e la provincia autonoma di Bolzano.

Confidando di aver fornito tutte le informazioni utili a comprendere l'importanza del convegno di sabato prossimo, 13 marzo 2021, cui si potrà accedere in diretta attraverso i link https://www.facebook.com/aclifit/ e https://www.youtube.com/channel/UCixEGfu-cjORCkWfOj7LPnw e attraverso i siti www.aclif.it, www.arlef.it o www.filologjichefurlane.it