Giorno memoria: donazione libri Vitale Onlus

 La storia della scuola media ebraica di Trieste, che ha operato dal 1938 al 1943, è stata raccolta in un libro che la ‘Vitale Onlus’ ha acquistato e donato, nel Giorno della Memoria, a 100 biblioteche in Italia. L’iniziativa rientra nelle attività del 10. anniversario di fondazione della ‘Vitale Onlus’ di Trieste per contribuire a costruire un processo di custodia della memoria degli eventi che hanno portato agli orrori della Shoa. «Un processo in cui le nuove generazioni – ha spiegato Roberto Vitale, presidente della Vitale Onlus - possano essere protagoniste di un’elaborazione storica che, grazie al libro che offre una testimonianza documentata della parabola dell’antisemitismo, si arricchisce del racconto di quelle persone che sono sopravvissute alle atrocità del nazismo. Si tratta di un approccio empatico per far maturare ai giovani un interesse verso una storia lontana, ma sempre attuale». Il volume ‘La scuola media ebraica di Trieste’ edito da Lint Editoriale, che raccoglie gli atti di un convegno svoltosi, nel 1993, a Trieste per ricordare l’esperienza dell’istituto d’istruzione del capoluogo del Friuli Venezia Giulia, è stato pubblicato nel 1999 con il contributo del Centro Studi Vergerio, della comunità ebraica di Trieste, del dipartimento dell’Educazione dell’Università di Trieste e delle Assicurazioni Generali. «Abbiamo il dovere di ricordare – ha aggiunto Vitale –. La Vitale Onlus desidera, quindi, offrire ai giovani la possibilità di ricostruire eventi della storia che non riguardano solo la questione ebraica, bensì riguardano l’essere umano». Tra i membri del comitato d’onore della Vitale Onlus, che opera sia in Italia sia all’estero attraverso iniziative legate alla promozione della cultura, dell’arte, del giornalismo nonché alla valorizzazione del patrimonio linguistico e della tutela dell’ambiente, c’è anche Oleg Mandić, l’ultimo bambino sopravvissuto ad Auschwitz.