Gruppo Consiliare regionale Misto Fvg: “porre un freno alle intemperanze verbali dell’assessore Riccardi”

Lo scorso 29 luglio nell’aula del Consiglio regionale l'Assessore Riccardi replicando alle legittime critiche del Consigliere Zalukar sull’azione di governo si riferì a quest'ultimo con le seguenti parole: "in questi anni ho gestito la tempesta Vaia, il Covid, la guerra, gli incendi, purtroppo mi resta sempre un'emergenza: il Consigliere Zalukar". Il Presidente del Gruppo Misto Honsell chiese al Presidente del Consiglio Regionale Zanin di censurare l'intervento dell’Assessore ritenendo quella frase gravissima e offensiva. E sembra ancora più grave oggi dopo esser stata riportata sulle colonne di uno tra i giornali di maggiore tiratura della nostra Regione. Non si dovrebbero mai fare attacchi "ad hominem" in Consiglio regionale, ricordando che i Consiglieri sono rappresentanti eletti dai cittadini e le critiche o commenti espressi sono la loro voce. E poi paragonare a sciagure, che sono costate tante morti e sofferenze, un Consigliere è inaccettabile e getta discredito e vergogna sulla nostra Istituzione. Non è luogo di frizzi e lazzi il Consiglio ma aula rispettosa e seria di riflessione legislativa, strategica e anche di critica. Pertanto il Presidente del Gruppo Misto, anche come cittadino rispettoso e orgoglioso della dignità delle nostre istituzioni democratiche, ha inoltrato una lettera di protesta ufficiale al Presidente del Consiglio Regionale ed ora attendiamo le Sue determinazioni. Fin qui la nota del gruppo misto, doverosa presa di posizione istituzionale che temiamo lasci il tempo che trova perchè di "intemperanze" l'assessore Riccardi, in questi anni, dentro il palazzo, così come fuori, è stato maestro per motivazioni caratteriali. Ed anche dinnanzi a palesi storture e fake la maggioranza l'ha sempre difeso. Difficile oggi cambi la linea, del resto la ruvidezza e grossolanità comportamentale è nella sua natura, inutile prendersela.