Il bandoneonista Daniele Di Bonaventura in concerto all’alba di sabato per il festival internazionale Nei Suoni dei Luoghi

Daniele Di Bonaventura

Nuovo importante e suggestivo appuntamento per il festival internazionale di musica e territori Nei Suoni dei Luoghi. Sabato 9 luglio protagonista sarà il bandoneonista di fama mondiale Daniele di Bonaventura, con il concerto all’alba dal titolo “L’Armonium dei poveri”. Alle 6.30 del mattino partiranno due diversi itinerari dal Centro Civico di Torreano di Martignacco e dal Municipio di Moruzzo, che, dopo una camminata di 40 minuti, condurranno il pubblico in un luogo segreto e suggestivo che sarà la venue del concerto. L’evento è organizzato nell’ambito del progetto “AURORE - 10.000 passi tra musica e natura”, con la direzione artistica di Francesco Bertolini, che ha l’obiettivo di dare spazio alla musica in mezzo alla natura. Il circuito AURORE è realizzato grazie al contributo dei Comuni di Martignacco, Fagagna e Moruzzo, con il supporto di Fondazione Friuli e di PromoTurismoFVG. Il concerto è a ingresso gratuito. La prenotazione è consigliata scrivendo una mail a biglietteria@associazioneprogettomusica.org. Si consiglia di portare cuscino o plaid per sedersi sull’erba. Dopo il concerto il pubblico potrà godere della colazione preparata dalle locali Pro Loco e, per chi lo desidera, di una passeggiata naturalistica della durata di circa 45 minuti a cura di Saimon Ferfolja. In caso di maltempo il concerto sarà alle 21.00 all’Auditorium Riedo Puppo, via Divisione Julia 7 a Moruzzo. Il calendario completo del festival su www.neisuonideiluoghi.it .  Daniele di Bonaventura è considerato uno dei più originali e creativi bandoneonisti al mondo. La sua musica è una mescolanza meravigliosamente seria e al contempo straordinariamente giocosa di musica classica (composizione, struttura) e di jazz (improvvisazione e libertà) e fa riferimento in particolar modo alle tradizioni melodiche mediterranee e al genere musicale sudamericano. Nelle sue esibizioni da solista esegue e improvvisa pezzi che nascono dalla sua “patria musicale”, la cui ispirazione spazia dai compositori del barocco ai classici della canzone popolare, per approdare al suo ultimo repertorio, e creano un suo specifico mondo musicale incredibilmente variegato e nel contempo inconfondibile, dove il bandoneon sa trasformarsi, come per gioco, in un’armonica a bocca o nell’organo di una Chiesa. Nasce una corrente dinamica di melodie superbe, capaci di incantare l’ascoltatore. Chiuderà il ciclo del progetto AURORE il concerto del duo Federico Missio e Francesco De Luisa in programma domenica 17 luglio a Fagagna.